Giugno 15, 2021

STORIE | Milan: i dieci anni che stravolsero il Diavolo rossonero

E' di questi giorni la notizia del probabile arrivo per la prossima di Ralf Rangnick al Milan, il Manager tedesco che prenderà in mano l'intera area sportiva rossonera, con l'addio ormai certo (manca solo l'ufficialità) del duo Zvonimir Boban - Paolo Maldini. Altra successione in un decennio in cui il Diavolo ha visto passare dirigenti e allenatori, ma dove risultati (scorso anno a parte) sono del tutto mancati. Continuità che per gestioni scellerate è venuta meno, ma che soprattutto in questa stagione aveva fatto vedere la prima luce di uscita, con un discorso tecnico chiaro, da Pioli allenatore all'arrivo di Ibra, il duo Boban - Maldini è sempre apparso certo della linea da percorrere.

Ora un nuovo salto nel buio, con l'attuale attuale Head of Sport and development soccer del gruppo Red Bull, ed ex allenatore-manager del Lipsia ora guidato da Nagelsmann (2° in Bundesliga e vittorioso nell'andata degli Ottavi di Champions per 0-1 sul Tottenham a Londra). Vediamo allora gli ultimi dieci anni di storia rossonera, con l'ausilio anche di diversi filmati video, per ripercorrere di volta in volta, tutti gli avvicendamenti tecnici e societari in queste travagliate stagioni rossonere. Con ben 9 allenatori diversi, 3 Presidenti succeduti (Berlusconi, Yonghong Li e Scaroni) e vari dirigenti (dall'ultimo Galliani al duo Boban - Maldini). Lasciamo volutamente il racconto di questa stagione, ovviamente ancora in corso.

STAGIONE 2010/2011 - L'ULTIMO SCUDETTO

Partiamo dall'ultimo vero trionfo rossonero, lo Scudetto di Massimiliano Allegri, appena arrivato dal Cagliari e capace a Zlatan Ibrahimovic ed al gruppo storico di vincere il 18° Scudetto nella storia rossonera, trionfo che arrivò in quel di Roma, nella trasferta contro i giallorossi. Quella fù anche la stagione della cessione dell'addio di Ronaldinho a gennaio, cosi come dei gol di Nocerino. Milan che schierava ancora Gattuso, Pirlo, Seedorf, Nesta, Thiago Silva e Zambrotta solo per citarne alcuni.

VIDEO, ROMA - MILAN 2-3 - 18° SCUDETTO ROSSONERO

 

STAGIONE 2011/2012 - SUPERCOPPA e SCUDETTO MANCATO

L'ultimo vero anno con un Milan protagonista fù il successivo, quello per intenderci del famoso gol di Muntari nello scontro diretto di San Siro contro la Juventus. Fù la stagione del mancato arrivo di Carlitos Tevez a gennaio, con un Boateng ancora protagonista e con una squadra, quella di Massimiliano Allegri capace di spingersi fino ai Quarti di Finale di Champions League. Milan che ad inizio stagione conquisto ai danni dell'Inter, la Supercoppa Italiana.

VIDEO, MILAN - JUVENTUS 1-1 (Nocerino, Matri)

 

STAGIONE 2012/2013 - I PRIMI ADDII

Annata del tutto diversa quella successiva, con le cessioni di Ibra e Thiago Silva al Paris Saint Germain, l'addio di Nesta, Gattuso, Seedorf e Inzaghi, fondamentali nel gruppo storico ancelottiano dei rossoneri. Pato va via a gennaio, quando arriva Balotelli. Diavolo che viene eliminato dalla vecchia Coppa dei Campioni, in doppia sfida dal Barcellona. Quarta eliminazione negli Ottavi di Finale di Champions League subita nelle ultime cinque partecipazioni. Milan capace sempre con Allegri di qualificarsi ai preliminari della successiva Champions, chiudendo al 3° posto in campionato.

VIDEO, CHAMPIONS LEAGUE 2012/2013: MILAN - BARCELLONA 2-0

 

STAGIONE 2013/2014 - IL DUO BARBARA BERLUSCONI - ADRIANO GALLIANI

Iniziano qui fondamentalmente i primi ri-assetti societari, prima all'interno della vecchia proprietà di Silvio Berlusconi, poi come abbiamo visto successivamente, con la cessione della società stessa. A dicembre del 2013 arriva la suddivisione tra Barbara Berlusconi con formalmente compiti di funzioni/direzioni aziendali, mentre a Galliani viene affidata tutta l'attività tecnico-sportiva. In campo arriva l'esonero dopo il ko per 4-3 con il Sassuolo di Massimiliano Allegri (che aveva portato i rossoneri comunque alla seconda fase della Champions League), sostituito da Clarence Seedorf. Milan che verrà eliminato agli Ottavi di Finale della "Coppa dei Campioni", mentre chiudendo all'8° posto in campionato resterà fuori dopo 15 anni dalle successive competizioni europee.

 

STAGIONE 2014/2015 - L'ANNO DI FILIPPO INZAGHI

Arrivato dopo l'esperienza nel settore giovanile rossonero, prima alla guida degli Allievi Nazionali, poi della Primavera. Protagonisti in campo sono Menez, Poli e Bonaventura. Milan che chiuderà però al 10° posto in campionato, restando abbondantemente fuori dalle competizioni europee dell'anno successivo. Per la prima volta dopo sessanta anni, Milan e Inter rimangono fuori contemporaneamente dalle competizioni europee.

 

STAGIONE 2015/2016 - SINISA e BROCCHI

Nuovo allenatore anche per l'annata successiva, con Sinisa Mihajlovic che arriva in rossonero, mentre dal mercato estivo arrivano Luis Adriano, Bacca, Romagnoli e il ritorno di Balotelli. I risultati sportivi però non cambiano, con l'8° posto con cui il Diavolo chiude il girone di andata, preludio all'esonero del tecnico avvenuto il 12 Aprile 2016, dopo il ko per 1-2 con la Juventus. A Mihajlovic che nel frattempo ha lanciato da titolare un'allora sedicenne Donnarumma, subentra Brocchi con Milan che cambia il quinto allenatore negli ultimi sei anni (dopo Leonardo, Allegri, Seedorf e Inzaghi). In campionato si classifica al 7° posto, mentre giunge in Finale di Coppa Italia dove viene battuto dalla Juventus.

 

STAGIONE 2016/2017 - L'ADDIO DI BERLUSCONI e L'ULTIMO VERO TROFEO

Il 5 Agosto 2016 il Presidente Onorario dei rossoneri Silvio Berlusconi approva il contratto preliminare con David Han Li, rappresentante di una cordata di investitori cinesi capeggiata da Li Yonghong, con cui cede l'intera partecipazione, detenuta da Fininvest nel Milan, cambio che è divenuto effettivo il 14 Aprile 2017. Inizia con questo fondamentale passo la stagione 2016/2017, in cui viene chiamato in panchina Vincenzo Montella. Il protagonista in campo è Suso, con Bonaventura, Honda e nella seconda parte di stagione Deulofeu. Milan che si classificherà 6° in campionato, qualificandosi in Europa League, mentre vincerà a Doha contro la Juventus, la Supercoppa Italiana. Ultimo trofeo dell'era Berlusconi, il 29° per l'esattezza.

VIDEO, SUPERCOPPA ITALIANA: JUVENTUS - MILAN 4-5 dcr)

 

STAGIONE 2017/2018 - IL DUO FASSONE - MIRABELLI

Confermato Montella in panchina (dopo quattro anni in cui il Milan aveva iniziato la stagione con un tecnico diverso), i rossoneri diventano i protagonisti del mercato estivo, con l'ingaggio di numerosi acquisti, tra cui Leonardo Bonucci dalla Juventus. Il Diavolo chiude la stagione al 6° posto (centrando comunque nuovamente l'accesso all'Europa League). I pessimi risultati portano prima all'addio del preparatore atletico Emanuele Marra, poi all'esonero effettivo di Vincenzo Montella, dopo il pari interno con il Torino. Arriva Gennaro Gattuso, che sale dalla Primavera debuttando a Benevento. I rossoneri chiudono il campionato con 64 punti (uno in più della stagione precedente), ben 44 quelli conquistati dopo che l'approdo in panchina di Gattuso. In Europa League arriva l'eliminazione agli Ottavi di Finale contro l'Arsenal. Mentre in Coppa Italia la Finale di Roma viene vinta dalla Juventus per 4-0.

 

STAGIONE 2018/2019 - SCARONI, LEONARDO - MALDINI, LE SANZIONI UEFA (FPF)

il 27 Giugno 2018 la camera giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario per Club esclude il Milan dalle competizioni UEFA per un anno per la violazione delle norme del Fair Play Finanziario, mentre il 20 luglio successivo, il TAS di Losanna, accoglie "parzialmente" il ricorso, riammettendo i rossoneri alla fase a gironi dell'Europa League dove poi verranno eliminati.

Situazione finanziaria che condiziona la stagione rossonera, con l'assunzione del controllo del club della Elliott Management Corporation (10 Luglio 2018), per inadempimento delle obbligazioni verso il fondo americano, vengono sollevati dagli incarichi sia Li Yonghong, che il duo Fassone - Mirabelli, mentre tornano LeonardoPaolo Maldini, quest'ultimo come Direttore Sviluppo Strategico Area Sport. Infine Ivan Gazidis ex Chief Executive dell'Arsenal, viene nominato nuovo Amministratore Delegato.

In estate arriva Gonzalo Higuain, che dopo aver deluso le attese lascia a Gennaio (destinazione Chelsea), mentre al Milan arriva Pjatek, operazioni portate a termine da Leonardo. Restando in tema di calcio giocato si classifica al 5° posto in campionato (miglior risultato degli ultimi 6 anni (dal 3° posto del 2012/2013, mentre in Coppa Italia arriva fino in Semifinale dove viene sconfitta dalla Lazio (poi vincitrice del trofeo). Infine nella Supercoppa disputata a Doha, viene battuta dalla Juventus con gol decisivo di Ronaldo.

VIDEO SUPERCOPPA ITALIANA 2018/2019, JUVENTUS - MILAN 1-0

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       Fabrizio Consalvi

 

 

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Sabato, 13 Febbraio 2021 17:33
Fabrizio Consalvi

Caporedattore - Giornalista Pubblicista dal 2015

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok