Giugno 16, 2019

Alessandro Grandoni

Ecco le pagelle della formazione giallorossa dopo la sconfitta casalinga contro l'Atalanta. 

Greco 7: tiene a galla la Roma con un paio di interventi decisivi.

Parodi 6,5: bene soprattutto nel primo tempo, quando non concede molto ai suoi avversari.

Semeraro 6,5: in fase offensiva è uno dei più attivi, attacca e difende.

Coccia 5,5: qualche disattenzione di troppo in marcatura, con l’Atalanta non te lo puoi permettere. Dal 70′ Buttaro sv

Cargnelutti sv: deve uscire dopo pochi minuti per infortunio.  Dal 22′ Santese 5,5: come Coccia non riesce a giocare una grandissima partita, l’Atalanta in avanti passa facilmente per vie centrali.  

Pezzella 6: non la sua migliore partita, prova ad orchestrare il gioco come al solito ma oggi è davvero difficile.  Dall’ 85′ Darboe sv

D’Orazio 5 : non riesce quasi mai a trovare spazio, Brogni lo chiude puntualmente. Dal 46′ Sdaigui 6,5: ha il merito di far tornare la Roma in partita, buon impatto sul match.

J. F. Greco 5,5: prova qualche incursione in avvio, poi non riesce a trovare lo spunto decisivo. Da uno come lui ci si attende sempre di più.

Celar 5: poco servito, non riesce a brillare e farsi spazio nella difesa atalantina. Sempre ben marcato.

Riccardi 5,5: come per gli altri, è uno dei fari della Roma ma contro l’Atalanta difficilmente riesce a prendere in mano la situazione, ha tra i piedi il pallone del pari nella ripresa ma spreca calciando su Carnesecchi.  

Cangiano 5,5: decisamente meno brillante rispetto ad altre occasioni, si deve preoccupare anche di rincorrere Zortea sulla sua corsia. Da rivedere. Dal 70′ Estrella sv

Colpo esterno dell’Atalanta che tiene il primo posto in classifica e allontana la Roma, una delle dirette concorrenti. Nel primo tempo i bergamaschi fanno la partita, sfiorano ripetutamente il vantaggio e passano al 38’ con Del Prato che sfrutta alla perfezione un cross di Zortea e in area mette dentro eludendo l’intervento di Coccia.

Nella ripresa occasioni da entrambe le parti, poi al 69’ arriva la rete di Gyabuaa che conclude una cavalcata con un bel rasoterra. Sembra finita ma la Roma accorcia le distanze poco dopo con Sdaigui, entrato ad inizio ripresa, su assist di Pezzella, poi più nulla fino al novantesimo con la formazione di Brambilla che si riprende dopo il clamoroso k.o. interno della scorsa settimana con il Cagliari.

 

ROMA – ATALANTA  1-2

ROMA: S. Greco; Parodi, Semeraro, Coccia (70′ Buttaro), Cargnelutti (22′ Santese), Pezzella (85′ Darboe), D’Orazio (46′ Sdaigui), J. F. Greco, Celar, Riccardi, Cangiano (70′ Estrella). A disp.: Cardinali, Simonetti, Chierico, Nigro, Besuijen, Bucri, Silipo. All.: De Rossi.

ATALANTA: Carnesecchi, Zortea, Brogni, Delprato, Okoli, Guth, Traore (82′ Louka), Gyabuaa, Colley, Colpani, Cambiaghi (76′ Peli). A disp: Ndiaye, Girgi, Heidenreich, Bergonzi, Cortinovis, Da Riva, Kobacki, Pina Gomes.  All.: Brambilla

ARBITRO:  Meraviglia di Pistoia

MARCATORI:  38′ Del Prato (A), 69′ Gyabuaa (A), 71′ Sdaigui (R)

Si annuncia grande visibilità per il 48° Trofeo Beppe Viola, il prestigioso appuntamento annuale U17 in programma ad Arco (Trento) dal 7 al 12 marzo che si prepara a esibire i suoi talenti a un pubblico sempre più ampio. Come nelle ultime due edizioni, tutte le 27 partite del torneo saranno disponibili in diretta streaming su PMG Sport, che distribuirà l'evento su tutti i dispositivi e sui social network. In più quest’anno, grazie all’interesse manifestato dalla direzione di Raisport, la finale della manifestazione sarà trasmessa in diretta TV martedì 12 marzo a partire dalle ore 18,00.

E’ una bella soddisfazione che il nostro torneo torni in Rai dopo aver consolidato negli ultimi anni il suo pubblico giovane sulle piattaforme digitali”, commenta Marco Benedetti, Presidente del Comitato Organizzatore. In effetti PMG Sport, società specializzata nella produzione e nella distribuzione di format multimediali live e on-demand, ha garantito all’evento una consistente copertura mediatica. Secondo i dati di diffusione sul web, nel 2018 le dirette dei 27 incontri del torneo internazionale Under 17, cui si aggiunge la finale del Torneo Primavera Femminile, hanno ottenuto complessivamente 320.000 visualizzazioni, 600condivisioni, 9.542 reazioni e 376.494 minuti di “views time”. A queste vanno aggiunte le 212.000visualizzazioni sui siti Pmgsport.it, Repubblica.it, Lapresse.it, Oasport.it e sul sito ufficiale del Trofeo Beppe Viola. 

Beppe Viola, Arco di Trento, novità dell’ultima ora, intanto, sulle squadre. A causa di sopraggiunti problemi burocratici, l'Academie FC Baobab - rappresentativa giovanile del Senegal - ha comunicato la propria rinuncia. Alla selezione U17 di Dakar subentra l'Hellas Verona, vecchia conoscenza del Trofeo Beppe Viola che ha vinto in quattro occasioni, oltre a disputare due finali.


"Per lunghi giorni insieme a Paolo Berrettini, il tecnico italiano dell'accademia senegalese, abbiamo tentato in tutti i modi di trovare una soluzione, ma abbiamo dovuto desistere di fronte a problemi burocratici che ponevano in serio dubbio fino all'ultimo la possibilità di essere ad Arco della formazione africana - spiega il Presidente del Comitato Organizzatore -. Ci spiace ma speriamo di poter avere una nuova occasione nel 2020. Nel frattempo, benvenuta Hellas Verona, una società peraltro molto sentita dagli sportivi locali essendo gemellata con la USD Arco".

"La delusione c’è, inutile negarlo, ma dobbiamo rimandare il nostro esordio in un appuntamento di grande importanza a livello giovanile come quello di Arco - commenta Paolo Berrettini, fondatore dell'Accademia Baobab. - I ragazzi si erano preparati per intere settimane per mettersi in mostra dinanzi a club di grande tradizione e prestigio. Ci teniamo comunque a ringraziare Marco Benedetti e tutto il comitato organizzatore del Trofeo Beppe Viola per la grande opportunità data ai nostri ragazzi".

Due belle notizie per la Roma Primavera. Hanno infatti ricominciato a correre sul campo due ragazzi sfortunati che sono stati vittime di importanti infortuni. Riccardo Calafiori, 149 giorni dopo l'infortunio con il Viktoria Plzen in Youth League, ha ripreso a correre, così come Devid Bouah che si era invece fatto male, sempre ai legamenti del ginocchio come Calafiori, nel match interno di campionato contro la Fiorentina. In vista del finale di stagione, i due potrebbero rivelarsi dei rinforzi fondamentali per la squadra di Alberto De Rossi. 

Uno stop inaspettato. La gara con il Milan di lunedì scorso ha portato, come conseguenza, uno stop importante per Vincenzo Millico, capocannoniere del campionato Primavera. Gli esami hanno evidenziato una lesione al bicipite femorale destro, il classe 2000 salterà sicuramente Atalanta e il Torneo di Viareggio, che prenderà il via il prossimo 11 marzo. Su Instagram, però, l'attaccante non si è perso d'animo: "Do not give up and come back stronger… Fall, get up", che tradotto vuol dire "Non mollo, tornerò più forte di prima. Cadi, ti rialzi”.

Ci sarà una novità nel Milan Primavera che affronterà il Palermo. In campo tornerà infatti Mattia Caldara, gioiello della prima squadra, fermo da sei mesi. Risolti i problemi alla schiena e al tendine, il giocatore si sta allenando con continuità. Prima di tornare a pieno regime a disposizione di Gattuso, però, la ricognizione sarà effettuato, come di consueto con la Primavera. Probabile, quindi, che Giunti sabato lo schiererà nell'undici iniziale permettendogli di giocare 45-60 minuti per ritrovare cosi il ritmo partita. 

 

 

 

Ecco le dichiarazione del tecnico della Lazio Under 15 Luca Luzardi e del difensore Matteo Nannini, a segno sabato scorso, dopo la gara vinta con lo Spezia (Fonte www.sslazio.it)

 

Al termine dell’incontro, il tecnico biancoceleste Luca Luzardi è intervenuto ai microfoni del sito ufficiale biancoceleste sslazio.it:

“La gara di oggi è stata ben interpretata fin dall’inizio dai ragazzi. La mia squadra ha proposto tanto calcio e tante occasioni da gol, per questi motivi la vittoria è stata assolutamente meritata. Dedichiamo un pensiero a Pagni, un nostro ragazzo che nella scorsa settimana ha riportato un infortunio ai legamenti del ginocchio: è un buon calciatore, un grande professionista. Il nostro pensiero è proprio con lui, i ragazzi ci tenevano molto a dedicare questo successo al loro compagno. Ora in settimana ci alleneremo con più serenità e con più convinzione nei nostri mezzi”.

 

Anche il difensore biancoceleste Matteo Nannini ha analizzato il match con lo Spezia al portale ufficiale biancoceleste:

“La prestazione generale della squadra è stata molto positiva perché siamo stati da subito aggressivi. Il gruppo è stato molto determinato, nonostante le condizioni atmosferiche non fossero delle migliori. Sono felice d’aver segnato, il gol è sempre l’evento più bello che possa capitare nel calcio: sono riuscito a trovare la via della rete direttamente su punizione”.

Non sarà alta classifica, ma il risultato sicuramente più importante della giornata è arrivato dal Campo Melli, a Roma, dove la Lazio di Luca Luzardi ha battuto per 4-1 lo Spezia. Una vittoria, questa, che ha interrotto un trend incredibile che aveva coinvolto la formazione biancoceleste. Prima del successo di sabato, infatti, la Lazio aveva collezionato addirittura sette sconfitte consecutive, un bilancio incredibile per una formazione che, al momento, veleggia ancora al sesto posto in graduatoria.

Sfortuna, cali di forma ecc… i motivi possono essere tanti, ma il 4-1 con lo Spezia è indubbiamente un punto di ripartenza per Marafini e compagni in vista di un finale di stagione che potrebbe regalare ancora qualche soddisfazione. Il calendario, in fondo, non è proibitivo, e la distanza dalla quinta (ai play-off, infatti, oltre 3° e 4°, si qualificano anche le due migliori quinte dei tre gironi) abbordabile, soprattutto per una formazione che era partita benissimo.

Qualcosa, dal punto di vista tattico e tecnico, andrà sicuramente sistemato e perfezionato soprattutto in chiave offensiva, se pensiamo che nelle sette sconfitte rimediate tra Novembre e Febbraio, in ben sei occasioni la squadra biancoceleste non è neanche riuscita a mettere a segno una rete.

Il 4-1 con lo Spezia potrebbe essere stata la svolta, ma la prova del nove è già dietro l’angolo. Domenica, infatti, in casa della Sampdoria, quartultima, sarà già possibile verificare se si è trattato di vera guarigione, o soltanto di un fuoco di paglia.   

Ecco in sequenza tutti i video della scorsa giornata del Campionato Primavera (20° Giornata), partendo dall'anticipo con la vittoria del Napoli sull'Udinese fino a Torino - Milan. Buona visione. 

 

NAPOLI - UDINESE 1-0

 

 

SASSUOLO - EMPOLI 1-2

 

ATALANTA - CAGLIARI 0-1

 

INTER - FIORENTINA 1-3

 

CHIEVOVERONA - JUVENTUS 1-5

 

PALERMO - ROMA 0-0

 

GENOA - SAMPDORIA 2-1

 

 

TORINO - MILAN 1-1

 

 

 

Ultimi Tweets

#CampionatoPrimavera #Primavera1TIM #LegaSerieATIM https://t.co/D1aq3KXgJ9
#Giovanili #Under16SerieAeB https://t.co/R3BhPDrvI7
#Giovanili #LazioCUP https://t.co/wExfD2GDqk
Follow Calcio Nazionale on Twitter
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok