Dicembre 13, 2019

Fabrizio Consalvi

Vittoria importante in chiave salvezza per il Bologna di Troise, nella 25° giornata del campionato Primavera 1 TIM. I felsinei battono a domicilio il Genoa per 1-2, conquistando tre punti pesanti. Vantaggio ospite alla mezzora del primo tempo con Pattarello, raddoppio dopo otto minuti della ripresa, ad opera di Mutton. Genoa che accorcia nel finale con Orput andando anche vicino al pari, ma 1-2 che si stampa fino al triplice fischio. Bologna che sale a quota 23, sorpassando momentaneamente l'Hellas Verona, impegnato domani nel delicato match contro la Lazio fanalino di coda.

GENOA - BOLOGNA 1-2

GENOA: Rollandi, Piccardo (32'st Tazzer), Oprut, Altare, Seno, Sibilia, Zola, Bruzzo (30'st Gibilterra), Salcedo, Zanimacchia, Micovschi. A disp.: Bulgarelli, Zanoli, Trabacca, Silvestri, Zvekanov, Odasso, Zito, Romairone. All.: Sabatini.

BOLOGNA: Ravaglia, Mantovani (44'st El Kaouakibi), Frabotta, Ghini, Brignani, Portanova, Pattarello (32'st Pellacani), Cozzari, Krastev, Kingsley, Mutton (40'st Stanzani). A disp.: Fantoni, Uhunamure, Djibril, Lidin, Balde. All.: Troise.

MARCATORI: 30'pt Pattarello (Bo), 8'st Mutton (Bo), 36'st Oprut (Ge)

NOTE: Ammoniti: Cozzari, Sibilia.

Parità a Trigoria per la 25° giornata del campionato Primavera 1 TIM tra Roma e Sampdoria. E' 2-2 il finale tra i giallorossi di Alberto De Rossi e la compagine blucerchiata allenata da Pavan. Vantaggio ospite con Ibou Balde, dopo un buon inizio dei padroni di casa, pari al 38' con Valeau. Dinamica simile ad inizio ripresa, con Mikulic a segno per i blucerchiati e 2-2 su rigore di Celar. Tre i legni colpiti dalla Roma nel corso del match, con palo di Riccardi, traversa per Cargnelutti e palo nel finale di Antonucci. Un punto che lascia la Roma a -3 dalla Fiorentina terza e con una gara in meno. Pari d'oro per i blucerchiati ora a 26.

La Roma gioca, la Sampdoria passa in vantaggio. Si può descrivere in questo modo, la prima parte di gara tra i giallorossi di De Rossi e i blucerchiati di Pavan. Roma propositiva e pericolosa con Meadows, che sfiora subito il vantaggio, poi è sull'asse Antonucci - Riccardi che i padroni di casa costruiscono le occasioni migliori. Al 16' ci prova Corlu, mentre da destra a sinistra al 23', con Riccardi a giro che coglie il palo. Sampdoria che agisce per lo più in ripartenza, ed è cosi che al 28' si porta in vantaggio con Ibou Balde, che sorprende Greco, 0-1. Reazione immediata dei giallorossi, mentre Gabbani prova dalla distanza. Pari con Valeau al 38', uno-due con Antonucci e conclusione di sinistro, Krapikas battuto e 1-1. Finale di frazione con Corlu pericoloso, ma equilibrio che dura fino all'intervallo.

Inizio ripresa e blucerchiati di nuovo in vantaggio. Punizione al 3', Mikulic poco dopo sostituito anticipa Greco e lo batte, 1-2. Reazione ancora immediata per i giallorossi, con il neo-entrato Celar, che si conquista e sigla il rigore che vale il 2-2. Roma che spinge e anche sfortunata, con ancora Celar pericoloso e la traversa piena di testa colpita da Cargnelutti. Giallorossi che spingono, ma con blucerchiati che in ripartenza sono comunque pericolosi, con il colpo di testa di Tessiore, di poco lontano dal palo. Altro legno infine per i padroni di casa con Antonucci, uno dei più propositivi in casa giallorossa. Ultimi due tentativi con Celar al 41' e con Ciavattini poco prima del recupero.

ROMA - SAMPDORIA 2-2

ROMA: Greco S.; Bouah, Ciavattini, Cargnelutti, Pellegrini L. (16'st Besujien); Riccardi, Marcucci, Valeau; Meadows (37'st Ganea), Antonucci, Corlu (1'st Celar). A disp.: Zamarion, Diallo Ba, Kastrati, Truşescu, Pezzella, D'Orazio, Petrungaro, Masangu, Pagliarini. All.: De Rossi.

SAMPDORIA: Krapikas; Romei, Veips, Mikulić (5'st Doda), Oliana; Gabbani, Álex Pastor, Tessiore (43'st Soomets); Ibou Balde; Baldé, Ricciulli (20'st Perrone). A disp.: Hutvagner, Ferrazzo, Ejjaki, Aramini, Henriques, Dos Santos, Vujčić. All.: Pavan.

MARCATORI: 27'pt Ibou Balde (Sa), 38'pt Valeau (Rm), 3'st Mikulic (Sa), 12'st Celar (Rig.) (Rm)

NOTE: Ammoniti: Pellegrini, Pastor, Doda.

Successo esterno importante per il Crotone di Parisi, nella 23° giornata del Girone B, Campionato Primavera 2. Gli squaletti battono per 0-2 il Frosinone a domicilio, con vantaggio al 20' del primo tempo siglato da Markovic. Raddoppio al quarto d'ora della ripresa, ad opera di Liviera e Crotone che sale a quota 35, al quarto posto in attesa di Bari - Salernitana. Frosinone che resta settimo, ma agganciato dal Pescara con 31 punti.

FROSINONE - CROTONE 0-2

FROSINONE: Palombo, Centra, Verde, Tarasco, Mastrantonio (15′st Angeli), Esposito, Origlia, D’Angeli (16′st Alfonsetti), Persichini (9′st Gori), Errico, Simonelli. A disp.: Marcinò, Cerroni, Natalucci, Cococcia, Obleac. All.: D’Antoni.

CROTONE: Latella, Rodio, Carrozza, Gennari, Alfano, Liviera, Falzetta (9′st Barillari), Senatore (28′st Infusino), Markovic (16′st Diletto), Villa, Sapone. A disp.: Figliuzzi, Giannotti, Multari, Figini, Campanile, Ruggiero. All.: Parisi.

MARCATORI: 20'pt Markovic (Cr), 16'st Liviera (Cr)

Bella vittoria interna per il Sassuolo di Felice Tufano, che per la 25° giornata del campionato Primavera 1 TIM, batte per 2-0 la Juventus di Dal Canto. Neroverdi più in partita sin dall'inizio, con una buona pressione che ha messo a lungo in difficoltà gli ospiti. Il match si risolve nella ripresa, quando al 6' è Mota Carvalho a conquistare e siglare il rigore dell'1-0. Al 26' il raddoppio che chiude di fatto i giochi, con Raspadori in ripartenza. Tre punti forse decisivi nel discorso salvezza dei neroverdi, ora a 32 e a -1 dal Torino che ha due gare in meno. Juventus che probabilmente dice addio ai sogni di play-off.

Tante occasioni, ma nessun gol nella prima frazione di gara, tra Sassuolo e Juventus. Sono i neroverdi ad essere più in partita, merito di un pressing sulla tre-quarti che manda in difficoltà la retroguardia bianconera. Prima iniziativa al 10', poi al 18' è Kolaj ad essere fermato sulla battuta da Tripaldelli. Kulenovic crea per i bianconeri al 24', mentre l'occasione più nitida per la Juventus arriva poco dopo, con Tripaldelli in acrobazia che mette di un soffio sul fondo. Sassuolo che torna a spingere verso la fine del primo tempo e al 41' è occasionissima con Kolaj, murato dall'ottimo intervento di Loria.

La pressione del Sassuolo da i suoi frutti ad inizio ripresa. Errore a centrocampo dei bianconeri e Mota Carvalho s'invola verso l'area avversaria, venendo steso da Delli Carri. Dal dischetto trasforma lo stesso per il vantaggio dei neroverdi, 1-0. La rete cambia del tutto il match, Sassuolo ancora pericoloso, sempre con Mota Carvalho al 10' e con Kolaj poco dopo. Juventus in difficoltà e Del Canto si affida ai cambi, con il rientrante Olivieri al posto di Montaperto. Bianconeri che provano al 25' con Morachioli, ma sul cross non arriva nessuno, mentre sul contropiede è Raspadori a chiudere il match, 2-0. Ottima anche la prestazione di Kolaj, vicino alla gioia personale alla mezzora, para in presa bassa Loria. Nel finale Juventus che resta anche in dieci per il doppio giallo a Delli Carri, quattro i minuti di recupero, poi il triplice fischio.

SASSUOLO - JUVENTUS 2-0

SASSUOLO: Satalino, Joseph, Celia, Farabegoli, Letschert; Ghion (28'st Amadio), Viero, Franchini, Mota Carvalho, Kolaj (40'st Piscicelli (45'st Ahmetaj)), Raspadori. All.: Tufano.

JUVENTUS: Loria; Vogliacco, Delli Carri, Serrao, Tripaldelli; Di Pardo (24'st Morachioli), Fernandes, Portanova (5'st Del Sole), Muratore; Montaperto (11'st Olivieri), Kulenovic. All.: Dal Canto.

MARCATORI: 6'st Mota Carvalho (Sa), 26'st Raspadori (Sa)

NOTE: Al 36'st Espulso Delli Carri (Ju), per doppia ammonizione. Ammoniti: Ghion, Di Pardo, Montaperto.

Pari a patta tra Palermo e Pescara, nella 23° giornata del Campionato Primavera 2, Girone B. Tra i rosanero di Scurto e i delfini di Epifani è 1-1 il punteggio finale, con padroni di casa che perdono la prima posizione, ora a -2 dal Cagliari capolista solitario, ma con rosanero che hanno una gara in meno. Vantaggio ospite ad inizio ripresa con Cernaz, pari su rigore al 35' con Santoro. Pescara che aggancia al 7° posto il Frosinone, sconfitto tra le mura amiche dal Crotone.

PALERMO - PESCARA 1-1

PALERMO: Belladonna, Rizzo, A. Gallo, De Marino, Paula Da Silva, Calivà, Santoro, Mendola, Cannavò, Silva Marques, Lucera. A disp.: Al Tumi, Gambino, M. Gallo, Romano, Tarantino, Montaperto, Sicuro, Birligea, Retucci. All.: Scurto.

PESCARA: Vidovsek, Martella, Elizalde, Marafini, Minelli, Pierpaoli, Morselli, Palestini, Mancini, Cernaz, Scimia. A disp.: Scuccimarra, Diana, Ferrini, Di Giacomo, Gifford, Marcelli, Borrelli, Mercado, Pavone. All.: Epifani.

MARCATORI: 4'st Cernaz (Pe), 35'st Santoro (Pa) (Rig.)

Successo interno pesante per il Cagliari di Max Canzi, che nella 23° giornata del Girone B, campionato Primavera 2 batte per 4-0 il Benevento, con due gol per tempo. Doppio vantaggio dopo dieci giri di lancette per i rossoblu, prima Doratiotto, poi Porcheddu aprono il match del Cagliari. Nella ripresa le altre due reti, con Gagliano al 39', lo stesso nel recupero completa la doppietta personale. Tre punti che proiettano i sardi in vetta solitaria, con 2 punti sul Palermo fermato sull'1-1 dal Pescara, rosanero con una gara in meno. Benevento che resta al 10° posto.

CAGLIARI - BENEVENTO 4-0

CAGLIARI: Daga, Kouadio, Cadili, Antonini Lui (40'st Sarritzu), Sanna, Marongiu, Ladinetti, Porcheddu, Lombardi (30'st Porru), Doratiotto (35'st Camba), Gagliano. All.: Canzi.

BENEVENTO: Volzone, Giobbe, De Caro, Ziello (19'st Chiacchio), Parisi, Cuccurullo, Cavaliere (26'st Conte), Donnarumma, Rillo (30′pt Marchetti), Pinto, Santarpia. All.: Romaniello.

MARCATORI: 1'pt Doratiotto (Ca), 10'pt Porcheddu (Ca), 39'st Gagliano (Ca), 46'st Gagliano (Ca)

NOTE: Ammoniti: Kouadio, Porcheddu, Donnarumma, Doratiotto.

E' on-line il video di Milan - Torino, Finale di ritorno di Primavera TIM Cup. Successo a San Siro per i granata di Coppitelli, 0-1 con gol decisivo di Borello dopo il 2-0 della gara di andata. Ottavo trionfo per il Toro. Immagini di SportItalia.

IL VIDEO DI MILAN - TORINO 0-1

Due sconfitte su due, sia andata che ritorno sono state ad appannaggio del Torino, nella doppia Finale di Coppa Italia Primavera. Dopo il 2-0 del Filadelfia, i rossoneri subiscono con Borello lo 0-1 di stasera, con Coppa ai granata.

LE PAGELLE DEL MILAN

Soncin - 5,5: Pochi pericoli nel complesso per lui, beffato da una deviazione in occasione del gol decisivo dei granata.

Bellodi - 6: Bene la fase difensiva, pochi rischi e ripartenza veloce nella metà campo avversaria. Buona gara.

El Hilali - 6: Gioca un buon primo tempo e con i giusti ritmi guidando i rossoneri. Sfortunato per l'infortunio, costretto al cambio ad inizio ripresa. (4'st Bargiel - 5,5: Possesso palla che cala di ritmo, non cambia il passo dei rossoneri.)

Gabbia - 6: Sfortunato nella deviazione sul gol di Borello, uno dei migliori nel complesso del match per il Milan visto stasera.

Bellanova - 6: Spinge e tanto nella prima frazione, quando crea qualche problema ai granata. Cala alla distanza anche lui.

Torrasi - 6,5: Uno degli ultimi ad arrendersi, prova sempre a dare aiuto in fase offensiva, rimedia un giallo ma è il migliore in campo nei rossoneri.

Brescianini - 6,5: Disputa un ottimo match nel complesso, sia in fase d'interdizione che in quella offensiva, prova qualche inserimento. (34'st Larsen - 6: Entra per il tutto per tutto, con Torino in vantaggio poco dopo, non può far molto.)

Capanni - 6,5: Non male la prima frazione, dove cerca la conclusione ed è sempre propositivo. Sostituito per dare più imprevedibilità alla fase offensiva. (10'st Soares - 5,5: Dovrebbe dare il cambio di passo ai rossoneri, ma tranne qualche iniziativa appena entrato, finisce per sparire dai radar.)

Dias - 5,5: In crescendo ma senza trovare l'acuto che avrebbe riaperto il discorso. Sua l'occasione più pericolosa nel secondo tempo.

Tsadjout - 5,5: Inizia bene e crea da terra un occasione insidiosa. Due conclusioni dalla distanza mettono i brividi ai granata, ma niente di più.

Forte - 6: Il grande assente nella gara di andata, dov'era entrato a match in corso, gioca un buon primo tempo, cercando anche il colpo da fuori. Cala nella ripresa.

All.: Lupi - 5: Male nel complesso le due Finali, Milan che gioca 180 minuti senza trovare un gol, ma soprattutto stasera mostra un attacco evanescente. Cerca di cambiare nella ripresa, ma senza mutare il passo dei rossoneri.

Una prova intelligente, senza mai rischiare più del dovuto e con ripartenza veloce se c'è la possibilità. E' cosi che dopo il 2-0 dell'andata, il Torino vince la sua ottava Coppa Italia Primavera. Stasera Borello decisivo, con una difesa super.

LE PAGELLE DEL TORINO

Coppola - 6,5: In realtà rischia alla fine rischia anche poco. Sempre presente negli interventi, match più che positivo.

Gilli - 6: Spinge ovviamente meno rispetto al match d'andata, ma non rischia mai e copre egregiamente la sua zona di campo.

Ferigra - 7: Insuperabile insieme al suo compagno di reparto anche stasera. Controlla Tsadjout che è costretto a provare dalla distanza la battuta a rete.

Capone - 7: Ottimo match anche per lui, difesa centrale perfetta per i granata sia stasera, che nel complesso delle due gare.

Fiordaliso - 6,5: Quando ne ha l'occasione cerca anche la ripartenza, corre avanti e dietro senza risparmiarsi, prende un ammonizione intelligente.

Adopo - 6,5: Corre per tre, in fase d'interdizione ma non solo risulta perfetto, l'uomo in più dei granata in questo momento.

D'Alena - 6,5: Guida anche oggi i granata con personalità, suo il pallone che riapre l'azione per il vantaggio definitivo del Torino.

Kone - 6,5: Corre ovunque, andando in pressing praticamente dappertutto. Sua l'occasione per i granata nel finale di prima frazione. Lascia il campo stremato. (26'st De Angelis - 6: Gioca buoni venti minuti di gara in maniera attenta.)

Borello - 7,5: E' lui che nella gara d'andata ha dato più pericoli alla difesa rossonera, è sempre lui a decidere il match di ritorno a San Siro. (41'st Bianchi F. - s.v.)

Butic - 6: Non riesce ad entrare in partita, anche se il suo compito lo svolge a dovere. Tiene alto il Torino nella prima frazione, manca in fase di ripartenza. (12'st Oukhadda - 6: Ingresso che apre ancor di più gli spazi ai granata, buona gara per lui.)

Rauti - 6,5: Due match in uno per lui, nella prima parte è il più pericoloso con una buona cavalcata sulla sinistra. Dopo la sostituzione di Butic si sposta al centro, determinante.

All.: Coppitelli - 8: Per la gestione delle due Finali, bene l'andata ma anche meglio il match di stasera a San Siro. Non rischia nulla con il suo Torino e si apre il campo per la ripartenza. Toglie Butic per Oukhadda e apre ancor più gli spazi. Primo trionfo in granata, completa una particolare collezione, vincendo in ogni categoria.

Il Torino vince la Coppa Italia Primavera. Dopo il 2-0 nella gara d'andata al Filadelfia è 0-1 il finale a San Siro, con gol decisivo messo a segno da Borello. Granata che battendo il Milan ottengono l'ottavo trionfo nella competizione, giocando nel complesso una gara intelligente e con pochi rischi, colpendo nel finale. Troppo poco ha fatto invece il Milan, che tolto un buon primo tempo, non dà mai l'impressione di poter far male ai granata. Primo trofeo per Federico Coppitelli sulla panchina del Torino Primavera.

Sono ovviamente i rossoneri a fare la partita e cercare la partenza veloce. Primo quarto d'ora di possesso e verticalizzazioni rapide, con Forte e Dias in movimento anche se imprecisi. E' il primo a tentare dalla distanza al 7', palla alta. Torino che si difende sulla metà campo ma è sempre pronto a ripartire, con Kone e Rauti ai lati, di Borello e Butic. Al 22' Tsadjout da terra dentro l'area di rigore fà sponda, creando un brivido ai granata. Risposta immediata con Rauti dall'altro lato che spaventa i rossoneri. Milan che insiste e crea tre occasioni intorno alla mezzora. Prima Capanni al 27', poi due volte con Tsadjout di poco fuori dall'area di rigore, entrambi i diagonali vanno a lato. Finale di frazione con Kone pericoloso e Milan che non trova più spazi.

Milan che prova a spingere ad inizio ripresa, ma con tanto possesso palla e meno verticalizzazioni rispetto alla prima frazione, prova all'11', poi poco più tardi è Dias dalla distanza ad essere pericoloso. Lupi prova a smuovere le acque con i cambi, Soares al debutto al posto di un buon Capanni, poi Larsen dopo la mezzora per Brescianini. Torino che trova il punto esclamativo al 36' con Borello, che rientra sul sinistro e con deviazione batte Soncin, 0-1. Ultimi minuti senza altri sussulti, cosi dopo tre di recupero il Torino può alzare la Coppa Italia Primavera al cielo.

MILAN - TORINO 0-1

MILAN: Soncin; Bellodi, El Hilali (4'st Bargiel), Gabbia; Bellanova, Torrasi, Brescianini (34'st Larsen), Capanni (10'st Soares); Dias, Tsadjout, Forte. A disp. Guarnone, Sportelli, Vigolo, Sanchez, Finessi, Torchio, Chiarparin, Bianchi, Campeol. All. Guidi.

TORINO: Coppola; Gilli, Ferigra, Capone, Fiordaliso; Adopo, D’Alena, Kone (26'st De Angelis); Borello (41'st Bianchi F.), Butic (12'st Oukhadda), Rauti. A disp. Zanellati, Gemello, Samakè, Bianchi E., Celeghin, Ruggiero, Panaioli, Filinsky, Valerio. All. Coppitelli.

MARCATORI: 36'st Borello (To)

NOTE: Ammoniti: Torrasi, Tsadjout, Ferigra, Fiordaliso.

Ultimi Tweets

#CampionatoPrimavera #Primavera1TIM #LegaSerieATIM https://t.co/D1aq3KXgJ9
#Giovanili #Under16SerieAeB https://t.co/R3BhPDrvI7
#Giovanili #LazioCUP https://t.co/wExfD2GDqk
Follow Calcio Nazionale on Twitter
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok