Luglio 22, 2019

Alessandro Grandoni

Oggi al Comune di Padova si è svolta la conferenza stampa di presentazione della fase élite del Campionato Europeo Under 19, che dal 20 al 26 marzo si svolgerà in Veneto. Presente il Sindaco della città, Sergio Giordani, il presidente della LND Veneto, Giuseppe Ruzza, il capo delegazione della Nazionale, Evaristo Beccalossi, il tecnico, Federico Guidi, il capitano Davide Bettella e la squadra al completo.

Gli Azzurrini, dopo aver superato a punteggio pieno la prima fase di qualificazione, affronteranno nei prossimi giorni Belgio (20 marzo, stadio Euganeo), Ucraina (23 marzo, stadio Comunale di Abano Terme)) e Serbia (26 marzo, stadio Euganeo), con l’obiettivo di conquistare l’unico posto a disposizione nel gruppo 3 per accedere alla fase finale del campionato continentale in Armenia dal 14 al 27 luglio.

Ad aprire gli interventi è stato il sindaco Giordani dando il benvenuto agli atleti e allo staff della Nazionale: “Per noi è un grande onore potervi ospitare nella nostra città: la speranza è che ci porteremo fortuna reciprocamente. L’UEFA Elite Round è un torneo importantissimo, le avversarie sono toste, ma sono sicuro che gli Azzurrini raggiungeranno l’obiettivo”.

Ha proseguito il presidente della LND veneta, Ruzza: “Abbiamo ospitato tante volte le Nazionali giovanili in Veneto, questo perché mettiamo a disposizione le nostre migliori strutture e i nostri migliori impianti. Mi sento di consigliare a questi ragazzi di non sentirsi arrivati, di lottare sempre, di dare tutto perché rappresentano una maglia gloriosa come quella azzurra”.

Presente anche l’assessore allo Sport, Diego Bonavina, ex calciatore del Padova Calcio: “Per Padova è una grande soddisfazione rivivere i fasti del grande calcio grazie alla Nazionale. Speriamo di portare fortuna non solo alla squadra, ma anche ai singoli atleti, che hanno davanti a sé un lungo percorso di crescita. A loro suggerisco di impegnarsi, ma soprattutto di divertirsi, che resta sempre la cosa più importante”.

E’ stata poi la volta del capo delegazione Azzurro, Beccalossi: “Ringrazio Padova e tutto il Veneto per l’accoglienza, questa terra ci porta bene. Abbiamo un ottimo gruppo di giocatori e siamo molto carichi per questo torneo, ma come detto da chi mi ha preceduto è fondamentale che i ragazzi si divertano, perché solo divertendosi possono raggiungere grandi risultati”.

Il tecnico Azzurro, Guidi ha sottolineato quanto il destino di questo torneo sia nelle mani della squadra e del suo staff: “Ringrazio la città di Padova, il Calcio Padova e il Comune di Abano Terme per l’ospitalità, ci stanno mettendo nelle condizioni ideali per preparare al meglio queste tre partite. Affronteremo avversari di grande livello, ma al di là delle difficoltà che potremo incontrare tutto dipenderà da noi. Il gruppo è giovane ma ricco di talenti che hanno già ha dimostrato di poter essere protagonisti sui palcoscenici internazionali”.

Il capitano Davide Bettella, vicecampione europeo con il secondo posto raggiunto lo scorso luglio in Finlandia, originario di Padova, non nasconde il suo orgoglio: “E’ la prima volta che torno a Padova con la maglia della Nazionale, sarà sicuramente un’emozione bellissima. Da piccolo, quando ero nelle giovanili del Padova, sognavo di giocare all’Euganeo, e ora questo sogno si sta realizzando. Io e i miei compagni daremo tutto quello che abbiamo per raggiungere l’obiettivo”. La presentazione si è conclusa con il saluto dell’assessore allo Sport di Abano Terme, Francesco Pozza: “Benvenuti da parte dell’Amministrazione Comunale di Abano Terme. Nel 2018 abbiamo già ospitato la Nazionale per alcune amichevoli, siamo onorati ed entusiasti: sabato saremo tutti allo Stadio delle Terme per tifare Azzurri”.

Dopo la foto di rito, la squadra è tornata in albergo e oggi pomeriggio sosterrà un allenamento al termine del quale il tecnico Azzurro scioglierà l’ultimo dubbio sulla rosa dei 20 giocatori che parteciperanno all’Elite Round.

 

IL CALENDARIO DEL GRUPPO 7 (ITALIA, SERBIA, UCRAINA, BELGIO)


Mercoledì 20 marzo

Ore 11.30: Ucraina-Serbia (Caldiero, stadio Comunale)

Ore 15: ITALIA-Belgio (Padova, stadio Euganeo) 

Sabato 23 marzo

Ore 11.30: Serbia-Belgio (Oderzo, stadio Opitergium)

Ore 15: ITALIA-Ucraina (Abano terme, stadio di Monteortone) 

Martedì 26 marzo

Ore 15: Belgio-Ucraina (Caldiero, stadio Comunale)

Ore 15: ITALIA-Serbia (Padova, stadio Euganeo)

Saranno due le gare trasmesse in diretta oggi pomeriggio da RaiSport per gli Ottavi di Finale della Viareggio Cup 2019.

Alle 15.45 sarà la volta di Genoa - Empoli, poi alle 18 scenderà in campo il Bologna contro il Dukla Praga.

Ecco il programma: 

 

OTTAVO DI FINALE

Genoa - Empoli

“Ferdeghini”

Mar 19/03

15.45

DIRETTA

OTTAVO DI FINALE

Bologna - Dukla Praga

“Ferdeghini”

Mar 19/03

18.00

DIRETTA

A neppure 24 ore dal caso del flusso anomalo di scommesse su alcune partite della fase eliminatoria della 71ª edizione della Viareggio Cup in cui era impegnata una formazione dell’Est Europa (già eliminata), il presidente del Cgc Viareggio (la società organizzatrice) Alessandro Palagi ha scritto una lettera ai Monopoli di Stato per chiedere un intervento drastico.

«Ammesso che sia possibile a questo punto della manifestazione – ha detto il massimo dirigente del Cgc – abbiamo chiesto ai Monopoli di sospendere l’autorizzazione a far comparire sui palinsesti giornalieri delle società concessionarie, le puntate sulle partite sia della Viareggio Cup maschile, giunta agli ottavi di finale, che sul torneo femminile al via domani (19 marzo, ndr)». Palagi è fiducioso che la richiesta possa essere presa in considerazione.

«Noi vogliamo che il torneo – ha concluso – sia schermato dalle scommesse: se non sarà possibile per la parte finale della manifestazione, sarà nostra cura rilanciare la proposta per l’edizione del 2020. D’altronde è una battaglia a difesa e tutela del calcio giovanile che portiamo avanti da tempo».

Comincia oggi (martedì 19 marzo), con le partite a eliminazione diretta, la seconda fase della Viareggio Cup. Fra le curiosità c'è innanzitutto il confronto fra Torino e Fiorentina, due formazioni che fra poche settimane si ritroveranno di fronte per contendersi la Coppa Italia Primavera. Insomma, potenzialmente una finale anticipata. Ma vediamo nel dettaglio qualche spigolatura e particolarità delle otto partite in calendario.

 

Athletico Paranaense-Berekum Chelsea - Ovviamente è una sfida inedita per la Viareggio Cup visto che sia i brasiliani che i ghanesi sono alla loro prima partecipazione.

 

Rappresentativa Serie D-Inter - Negli ottavi di finale le due formazioni si erano già affrontate nel 2015: in quella occasione, i nerazzurri (che poi avrebbero vinto il Torneo) si imposero per 1-0 grazie ad una rete di Bonazzoli. La Rappresentativa Serie D era già approdata agli ottavi un anno fa, venendo però sconfitta per 3-1 dalla Juventus. L’ultimo successo dei "Dilettanti" agli ottavi di finale nel 2012 (5-4 dopo i calci di rigore ai messicani del Pumas). Per l’Inter, l’ultimo hurrà agli ottavi nel 2018 (3-1 dopo i calci di rigore alla Pro Vercelli); viceversa l’ultima sconfitta nel 2014, 4-3 contro i belgi dell’Anderlecht.

 

Parma-Fk Rfs - Confronto inedito. Per il Parma, l’ultima apparizione agli ottavi, nel 2018 con successo ai rigori sul Milan; l’ultima sconfitta nel 2002, contro il Torino (3-2). Il Rigas, alla seconda partecipazione alla Viareggio Cup, già al debutto nel 2018 aveva centrato la qualificazione agli ottavi venendo poi sconfitto dal Venezia per 3-0.

 

Braga-Sassuolo - Altro confronto inedito perché i portoghesi sono al debutto alla Viareggio Cup. Gli emiliani avevano conquistato gli ottavi anche nel 2018 vincendo per 1-0 con il Cagliari. L’ultima sconfitta agli ottavi nel 2016, ai calci di rigore contro il Bologna.

 

Milan-Bruges - Confronto inedito. Nel 2018, agli ottavi il Milan aveva finito la sua corsa perdendo ai rigori con il Parma. L’ultimo successo – sempre con riferimento agli ottavi – nel 2014 (2-1 agli argentini dell’All Boys). Il Bruges era arrivato agli ottavi nel 2015 (sconfitta per 2-0 con il Napoli) e anche nel 2017 (successo di prestigio ai rigori, dopo un pirotecnico 2-2, con la Juventus).

 

Genoa-Empoli - Il "faccia a faccia" fra liguri e toscani si ritrova nella semifinale del 2007, quando il Genoa riuscì ad avere la meglio ai calci di rigore, approdando in finale dove ebbe la meglio sulla Roma. Le due formazioni anche un anno fa erano arrivate ai quarti: il Genoa superò lo Spezia per 3-0 mentre l’Empoli dovette fermarsi (3-2) con la Fiorentina. L’ultima eliminazione del Genoa agli ottavi nel 2016 (2-1 con il Palermo); l’ultimo successo dell’Empoli agli ottavi nel 2017 (1-0 alla Spal).

 

Bologna-Dukla Praga - Questa sfida è stata la finalissima nell’edizione del 1964: si imposero i ragazzi cechi per 2-0; un anno prima il Bologna aveva vinto la semifinale contro il Dukla per 1-0 con gol decisivo di Veronesi. In altre due occasioni, le formazioni si erano affrontate nel turno eliminatorio: nel 1961 (una vittoria a testa) e nel 1969 (un successo dei cechi e un pareggio). Il Bologna ha ottenuto l’ultimo successo agli ottavi di finale nel 2016 superando ai rigori il Sassuolo mentre l’ultima sconfitta nel 2017 (2-1 con il Napoli). Il Dukla torna al secondo turno a distanza di 31 anni: l’ultima volta nel 1988.

 

Fiorentina-Torino - Questo confronto per tre volte è stato la finale della Coppa Carnevale: la prima nel 1987 con successo del Torino per 4-1 (era la squadra di Lentini, Bresciani, Fuser e Venturin); l’anno dopo affermazione viola sempre in finale (1-0, gol di Clementi). Si passa al 1995: serve una doppia finale con l’appendice dei calci di rigore, la prima conclusa 1-1, la seconda 2-2 per consegnare il titolo ai granata sulla cui panchina c’era Claudio Sala (su quella viola Luciano Chiarugi). Da ricordare anche la semifinale del 1984, vinta dal Torino per 2-1: sulla panchina granata il plurivittorioso del Torneo, Sergio Vatta; su quella viola l’emergente Arrigo Sacchi. Anche lo scorso anno la Fiorentina aveva centrato il traguardo degli ottavi vincendo 3-2 contro l’Empoli; l’anno prima era arrivata l’ultima sconfitta, ai rigori (dopo l’1-1) con il Sassuolo. Per il Torino, nel 2018 l’amarezza dell’eliminazione agli ottavi (sconfitta ai rigori con i croati del Rijeka) mentre l’anno prima l’ultimo successo – sempre prendendo in considerazione gli ottavi – ancora ai calci di rigore contro i brasiliani dell’Osasco.

 

FONTE: Ufficio Stampa Viareggio Cup

Torna oggi in campo la Viareggio Cup 2019, ecco le gare in programma per gli Ottavi di Finale. 

 

 

MARTEDÌ 19 MARZO

 

ATHLETICO PARANAENSE-BEREKUM CHELSEA

Carrara (MS) / Stadio “dei Marmi” (ore 15) (Sintetico)

 

RAPPRESENTATIVA SERIE D-INTER

Santa Croce sull'Arno (PI) / Stadio “Masini” (ore 15)

  

PARMA-FK RFS

Levanto (SP) / Stadio “Scaramuccia-Raso” (ore 15) (Sintetico)

 

BRAGA-SASSUOLO

Larderello (PI) / Stadio “Florentia” (ore 15)

 

MILAN-BRUGES

Forte dei Marmi (LU) / Stadio “Necchi-Balloni” (ore 15)

 

GENOA-EMPOLI

La Spezia / Intels training center “Ferdeghini” (ore 15.45) (Sintetico)

 

BOLOGNA-DUKLA PRAGA

La Spezia / Intels training center “Ferdeghini” (ore 18) (Sintetico)

 

FIORENTINA-TORINO

Altopascio (LU) / Stadio Comunale (ore 19.30) (Sintetico)

Pareggiano per uno a uno Benevento e Napoli in una delle gare più importanti della giornata. Il primo tempo si chiude sullo zero a zero, ad inizio ripresa arriva il vantaggio dei padroni di casa firmato da Maiese, sembra fatta ma a cinque minuti dal termine il Napoli trova la rete del pari con Pesce. I partenopei rimangono poi in dieci uomini ma riescono a conservare il pari fino al termine, guadagnando cosi un punto in classifica sulla Roma, sconfitta a Perugia per 4-1. 

 

BENEVENTO - NAPOLI  1-1

BENEVENTO: Tartaro, Galletti, Sena, Vespa, Prisco, Robustelli, Marsiglia, Tartaglione (12' st De Vincenzo), Odobo, Bammacaro, Maiese. A disposizione: Muraca, Belvedere, Signoriello, Casola, Pavia I., Pavia L., Tarcinale, Napoletano, De Vincenzo. All.: Fusaro.

NAPOLI: Boffelli, Boemio, Frulio, Lettera, Di Leo, Palmini, Di Palma (15' st Esposito, 31' st Pietropaolo), Gioielli (15' st Flora), Pesce, Marranzino, Scognamiglio. A disposizione: Maresca, Carnevale, Pietropaolo, Salierno, Esposito, De Pasquale, Bevilacqua, Spavone, Flora. Allenatore: Bevilacqua.

Marcatori5′ st Maiese, 29′ st Pesce

Note: espulso al 30' st Scognamiglio (N)

Rovinosa caduta in trasferta per la Roma che perde per 4-1 in casa del Perugia. La gara è subito in discesa per la formazione di Basilico che passa al 2' con Buzzi, la Roma la riprende al 23' con Lilli ma al 35' è ancora il Perugia a trovare la rete don Dottori per il due a uno. Nel giro di sei minuti, ad inizio ripresa, arrivano altre due reti, prima di Lolli e poi di Grassi, per il 4-1 finale che di fatto consente al Napoli di guadagnare un ulteriore punto in classifica sui giallorossi, ora secondi a +3 sul Frosinone, terzo. 

PERUGIA - ROMA 4-1

PERUGIA: Del Bello; Pomerani, Dottori, Passaquieti, Puglie, Sirci [C], Lazzoni, Lorenzini (49' Mollichella), Buzzi (61' Tortoioli), Lolli (70' Aronni), Grassi. A disp.: Patata, Mazzoli, Volpi, Parolisi, Della Vedova, Paladino. All.: Basilico.

ROMA: Mastrantonio; D'Alessio L. (44' Missori), Pellegrini, Muratori, Falasca; Lilli, Faticanti, Pisilli (44' Padula); Koffi, Pagano (65' Mirimich), Cherubini (58' Liburdi). A disp.: Baldi, Pandimiglio, Catena, Corvino, Mancini. All.: Tanrıvermiş.

Marcatori: 2' Buzzi (P), 23' Lilli (R), 35' Dottori (P), 37' Lolli (P), 43' Grassi (P)

Pareggio per uno a uno tra Juventus e Parma nel big-match della giornata del Campionato Under 15 A e B. Il vantaggio degli ospiti arriva al 17' con Cavalca che risolve una mischia in area sugli sviluppi di un corner. La Juventus spinge e colpisce una traversa con Orlando, poi nella ripresa grande possibilità dal dischetto per un fallo di mano in area. Dagli 11 metri si presenta Hasa che si fa parare il tiro da Piga, sembra finita ma Orlando, al 70', in rovesciata trova un gol incredibile per l'uno a uno finale. 

 

JUVENTUS - PARMA 1-1

JUVENTUS: Scaglia, Piras (32' st Nastasa), Blesio, Pellitteri, Dellavalle, Antolini, Hasa, Ghiardelli (13' st Morleo), Condello, Orlando, Valdesi. A disp.: Daffara, Marangoni, Ventre, Dodien, Rossi, Elefante All. Valenti

PARMA: Piga, Brunani, Gandelli, Ubaldi, Perez, Torri, Ribaudo (19' st Beduschi), Foresta (32' st Leoni), Saponara, Cavalca, Traore (20' st Castaldo). A disp.: Niang, Vona, Bertolotti, Bandaogo, Onesto. All. Saltori. 

MARCATORI: 17' pt Cavalca (P), 35' st Orlando (J)

Ennesima sconfitta per la Lazio di Luzardi che non riesce a rialzarsi contro il Sassuolo. Il gol del vantaggio dei padroni di casa arriva in apertura con Baldini che sugli sviluppi di un corner trova la rete. Nella ripresa, al 16', ecco il raddoppio: Boakye supera il suo diretto avversario in velocità e davanti a Sternini non sbaglia per il due a zero. La Lazio spinge e trova la rete del due a uno al 30' con Legnante che supera Pizzolato e rimette in corsa i suoi, ma solo per pochi minuti. Al 34' della ripresa, infatti, arriva la rete di Loporcaro con un bel tiro sul secondo palo per il definitivo 3-1. 

 

SASSUOLO - LAZIO  3-1

SASSUOLO: Pizzolato, Mambelli (10’st Baccarini), Baldini, Semeraro, Ughetti, Cannavaro, Milano (34’st Loporcaro), Dangelo, Boakye, Baldari (38’st Strozzi), Incerti. A disp.: Lombardo, Strozzi, Quarta, Martini, Bellentani, Sozzi. All.: Papalato.

LAZIO: Sternini, Bedini, Quaresima, Perazzolo (20’st Nannini), Mancini, Napolitano (13’st Del Mastro), Rossi (25’st Carboni), Tallini (13’st Amadei), Milani, Marafini (25’st Serafini), Legnante. A disp.: Morsa, Minelli, Nori. All.: Luzardi.

Marcatori: 6′ Baldini (S), 16’st Boakye (S), 30’st Legnante (L), 34’st Loporcaro (S). 

Colpo esterno dell'Empoli che passa sul campo dello Spezia. Vantaggio dei toscani al 12' con Maressa che siugli sviluppi di un corner trova l'incornata vincente. Al 20' il raddoppio toscano con Panicucci che devia in rete un cross dalla destra. Il grande primo tempo dell'Empoli non finisce qui, al 28' ancora Panicucci in gol con l'attaccante che recupera palla sferra un gran tiro che sorprende Dido. Lo Spezia, prima della chiusura della frazione, trova la rete che riapre la gara con Donati che al volo supera Fontanelli dopo uno scambio con Deloriè. Nella ripresa i padroni di casa spingono e trovano il 3-2 al 25' con Deloriè che salta quattro avversari e supera il portiere con un pallonetto. L'Empoli tiene il campo e conquista i tre punti, fondamentali in chiave classifica. 

SPEZIA - EMPOLI  2-3

SPEZIA: 
Dido, Santochirico (C), Ivani (15'st Ratti G.), Mulattieri, Nicolini, Sabatini (15'st Salerno), Savoia (25'st Berni), Bonacorsi (8'st Lippo), Beltrano (8'st Felline), Deloriè, Donati. A disp. Ratti S., Marquilie. All. Mingazzini

EMPOLI:
 Fontanelli, Barsi, Renzi (20'st Lazzeri), Baggiani (13'st Ferraro), Macchi, Guarino, Bucchioni (C), Maressa, Panicucci, Fini (35'st Sartini), Ignacchiti (1'st Regoli). A disp. Fantoni, Schimmenti, Manfredini, Corsi, Bosfa. All. Magera

Marcatori: 12'pt Maressa (E) 20'pt e 28'pt Panicucci (E) 32'pt Donati (S) 25'st Deloriè (S)

Ultimi Tweets

#CampionatoPrimavera #Primavera1TIM #LegaSerieATIM https://t.co/D1aq3KXgJ9
#Giovanili #Under16SerieAeB https://t.co/R3BhPDrvI7
#Giovanili #LazioCUP https://t.co/wExfD2GDqk
Follow Calcio Nazionale on Twitter
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok