Giugno 02, 2020

Alessandro Grandoni

E’ il 24 Giugno del 1995 quando allo Stadio Oimpico, di fronte a 45.000 spettatori, la Lazio Primavera diventa campione d’Italia. E’ una squadra che ha al suo interno elementi in grado di scrivere la storia del calcio italiano, ma anche tanti ragazzi che non riusciranno ad avere lo stesso percorso. In panchina un uomo, Mimmo Caso, che il pubblico laziale aveva imparato a conoscere dieci anni prima, quando il tecnico allora giocatore faceva parte della squadra di Fascetti, capace di evitare la Serie C partendo da -9 (quando la vittoria valeva due punti).

E’ la Lazio di Sergio Cragnotti, quella che pochi anni più tardi sarà capace di salire sul tetto d’Italia e del mondo, con Zdenek Zeman in panchina con la prima squadra. In quegli anni, però, sono in tanti a guardare la formazione Primavera perché, qualche predestinato, sembra esserci.

In porta gioca un certo Flavio Roma che girerà l’Italia fino al 2001 prima di trovare la sua definitiva consacrazione con il Monaco, dove arriverà a disputare la finale di Champions contro il Porto di Mourinho. In difesa c’è un ragazzo che si è già affacciato in prima squadra, complice l’infortunio di Favalli. Si chiama Alessandro Nesta, fino a qualche tempo prima giocava a centrocampo, poi si è reinventato terzino sinistro ma ancora non sa che diventerà uno dei centrali difensivi italiani più forti di sempre. A centrocampo spiccano tra gli altri Domenico Cristiano e Daniele Franceschini, che farà anche il suo esordio con la prima squadra prima di affermarsi con Chievo e Sampdoria, ma è in avanti che la formazione biancoceleste può offrire il meglio. Oltre a Simone Lucchini, fanno parte del pacchetto avanzato un giovane che ha già esordito e segnato in Serie A e che risponde al nome di Marco Di Vaio, un predestinato per tutti gli addetti ai lavori, e Alessandro Iannuzzi, fantasista con il numero dieci capace di telecomandare le punizioni all’incrocio dei pali come pochi.

 

Nesta e Di Vaio con Mimmo Caso
Nesta e Di Vaio con Mimmo Caso

 

Quella Lazio vince il suo girone, all’epoca ce ne erano quattro, mettendo in fila Perugia, Fiorentina e Ancona, con la Roma quinta ed eliminata dalla fase finale.

Nel turno successivo i biancocelesti sono ancora protagonisti, arrivano primi nel gruppo con Torino, Atalanta e Reggina e si guadagnano il pass per le semifinali. La squadra di Caso se la vede con l’Udinese, vince all’andata per uno a zero e pareggio al ritorno 1-1), dall’altra parte del tabellone il Perugia fa fuori la Juventus. Si arriva cosi alla doppia finale di fine giugno.

La Lazio di Mimmo Caso sembra poter chiudere la pratica già nella sfida di andata in terra umbra. Dopo sette minuti Iannuzzi, in un anno di grazia, firma l’uno a zero, ma il Perugia non molla. Gioacchini al 30’ e un altro che farà parlare di se in Serie A, Cristiano Lucarelli, ribaltano tutto. Due a uno per il Perugia e tutto da decidere nella gara di ritorno.

Il 24 Giugno la sfida decisiva si gioca allo Stadio Olimpico, e la squadra Primavera della Lazio viene supportato dal pubblico delle grandi occasioni. Uno stadio mai cosi importante per questi giovani che hanno il compito di riportare a Roma uno scudetto che manca da tanto tempo (stagione 86-87, in una squadra con Fiori, Rizzolo e Saurini, tra gli altri). Bastano quattro minuti ai biancocelesti per rimettere le cose a posto. Ci pensa sempre lui, come fa spesso in quella stagione, Alessandro Iannuzzi, che al 4’ indirizza la sfera all’incrocio dei pali con il boato dell’Olimpico a celebrare il gesto (lo stesso boato che lo stesso Iannuzzi sentirà, l’anno successivo, in Serie A, quando in una fredda serata invernale siglerà il gol dell’1-1 contro il Torino).

 

Alessandro Iannuzzi con la maglia della Lazio
Alessandro Iannuzzi con la maglia della Lazio

 

La gara è più difficile del previsto, il Perugia preme, ma alla fine la Lazio riesce a conquistare il trofeo più ambito. Un titolo che in molti attribuiscono ai protagonisti in campo, da Roma a Iannuzzi, passando per Nesta e Di Vaio, ma che il popolo laziale tributa a Mimmo Caso, da poco uscito vincitore da una battaglia contro un male spesso incurabile.

Alcuni di quei giocatori faranno la storia, tra chi alzerà Coppe dei Campioni e Coppe del Mondo al cielo come Nesta, a chi segnerà valanghe di gol in Serie A come Marco di Vaio. Non tutti saranno protagonisti, altri si perderanno con il passare delle stagioni, come avviene spesso anche ai giovani di belle speranze, ma certamente nessuno toglierà mai a loro la gioia ed il ricordo di una giornata scolpita nel cuore di tutto il popolo laziale.

 

La rosa della Lazio Primavera Campione d'Italia 1995 

 

Ecco, di seguito, la rosa della Lazio Primavera, campione d’Italia nella stagione 1994-95:

PORTIERI

Roberto Mancinetti, Rocco Mattia, Flavio Roma

DIFENSORI

Antonello Calicchio, Fabio Desideri, Alessio Di Bisceglia, Ciro Di Nicolantonio, Marco Napolioni, Alessandro Nesta, Giovanni Orfei, Marco Piccioni, Matteo Sogliani, Paolo Zaccagnini, Mauro Zanini

CENTROCAMPISTI

Stefano Bellè, Domenico Cristiano, Daniele Franceschini, Emiliano Pala, Giacomo Paniccia, Gianluca Pietrucci

ATTACCANTI

Mirko Birzò, Marco Di Vaio, Daniele Federici, Alessandro Iannuzzi, Simone Lucchini

ALLENATORE

Domenico Caso

Il Campionato Primavera è fermo, come il resto del calcio italiano, ma la stagione 2019-20 ci ha comunque regalato spunti interessanti, soprattutto in chiave calcio professionistico. Talenti veri, giocatori che crescono anno dopo anno, primi inserimenti nelle prime squadre, sono anni importanti che possono decidere chi potrà davvero fare il calciatore nella sua vita e chi, invece, lo ricorderà solo come uno splendido momento.

Ecco la classifica dei giocatori più decisivi di questo torneo, una graduatoria che prende in considerazione non solo le reti segnate ma anche gli assist messi a segno, andando a vedere quindi in quante azioni decisive della propria squadra i giocatori sono riusciti ad entrare.

Partiamo dalla decima posizione ed arriviamo, infine, ai big di questo torneo.

 

Classifica Giocatori Decisivi Campionato Primavera 2019-20

 

10° - AMAD TRAORE’ (Atalanta, 2002)

L’esterno offensivo dell’Atalanta è indubbiamente uno dei giocatori più forti di questo campionato. Da sempre considerato un talento in grado di fare la differenza, nel corso di questa stagione si è anche tolto lo sfizio di esordire e segnare in Serie A, in occasione della sfida casalinga contro l’Udinese. Classe 2002, nelle sedici apparizioni di questa stagione in Primavera ha messo a segno sei reti e cinque assist, riuscendo spesso a risultare decisivo nelle vittorie dell’Atalanta, considerata la formazione numero uno del torneo.

Se vuoi approfondire: Amad Traorè (articolo completo)

 

9° - GIANMARCO CANGIANO (Bologna, 2001)

L’ex esterno sinistro della Roma si è reinventato, alla grande, con la maglia del Bologna. Giocatore dal baricentro basso, dotato di una tecnica sopraffina, è risultato spesso il migliore in campo dei suoi in questa stagione. Come Traorè ha siglato 6 reti e cinque assist, è un classe 2001 e ama partire dalla sinistra, dove può rientrare e con il suo destro telecomandare spesso il pallone sul palo opposto.

Se vuoi approfondire: Gianmarco Cangiano (articolo completo)

 

8° - PIETRO ROVAGLIA (Chievo Verona, 2001)

Punta centrale del Chievo Verona, è un giocatore diverso rispetto ai due citati in precedenza. E’ il classico centravanti, abile a segnare di testa e di piede sfruttando ogni indecisione del pacchetto difensivo avversario. Più portato a finalizzare che a servire i compagni, ha messo a segno 9 gol in stagione con soli due assist.

Se vuoi approfondire: Pietro Rovaglia (articolo completo)

 

7° - ALESSIO RICCARDI (Roma, 2001)

E’ forse uno dei giocatori più conosciuti di questo campionato. Fantastista della Roma, classico numero dieci, in questo campionato si è distinto più sotto porta che dal punto di vista degli assist. Undici reti per il classe 2001 in forza alla squadra di Alberto De Rossi, e due assist in stagione. Sarà sicuramente il suo ultimo anno in Primavera, nella prossima stagione sarà finalmente costretto a confrontarsi con il calcio dei grandi.

Se vuoi approfondire: Alessio Riccardi (articolo completo)

 

6° - FLAVIO BIANCHI (Genoa, 2000)

Centravanti forte fisicamente, da sempre considerato uno degli attaccanti più promettenti del panorama italiano. E’ il classico attaccante che vive per il gol, e i numeri lo dimostrano. A fronte dello zero nella casella degli assist, ci sono 13 reti in altrettante partite per la punta genoana, che ha saltato anche diverse sfide in stagione per via di un infortunio. Sempre decisivo, sia su azione che dal dischetto, è una sicurezza.

Se vuoi approfondire: Flavio Bianchi (articolo completo)

 

5° - FELICE D’AMICO (Sampdoria, 2000)

Fantasista o seconda punta, D’Amico è riuscito in questa stagione a trovare continuità. Gioca nella Sampdoria dopo la passata stagione nel Chievo, ama agire prevalentemente sul centro sinistra segnando gol a grappoli, ben nove fino a questo momento, a cui si aggiungono i 5 assist confezionati per i compagni. Classe 2000, è pronto per il grande calcio.

 

4° - FABIAN PAVONE (Pescara, 2000)

Trequartista con il vizio del gol, Pavone è riuscito a farsi apprezzare in questa stagione anche sotto misura con alcune reti importanti come quella realizzata all’Inter in trasferta, un mix di tecnica, tiro e fiuto del gol. Gioca nel Pescara, con cui in diciotto partite ha realizzato 10 reti e fornito 4 assist.

 

3° - MUSA JUWARA (Bologna, 2001)

Attaccante di grande prospettiva, gioca nel Bologna, proveniente dal Chievo. Bravo in posizione centrale, riesce a districarsi alla grande anche sulla sinistra. Viene dal Gambia, e quest’anno sembra aver trovato una continuità impressionante. In campionato realizza 11 reti in sedici partite, conditi con cinque assist, a cui si aggiungono altre due reti e un assist nella Coppa Primavera. Un bottino impressionante per un giocatore che ha ancora ampi margini di crescita.  

 

2° - EBRIMA COLLEY (Atalanta, 2000)

Giocatore pronto per il grande calcio. Classe 2000, gioca prevalentemente come ala sinistra nel 4-3-3 dell’Atalanta. Decisivo nella scorsa stagione per la conquista dello Scudetto, quest’anno ha continuato a segnare e fornire assist ai suoi compagni, 12 le realizzazioni messe a segno con 4 assist, che dimostrano come l’attaccante nerazzurro sia bravo anche a valorizzare le prestazioni del resto della squadra.

 

1° - SAMUELE MULATTIERI (Inter, 2000)

Eccoci finalmente arrivati alla prima posizione. E’ il capocannoniere del campionato, autore di una stagione straordinaria. 21 gare per lui in stagione, 15 reti messe a segno a 3 assist, numeri incredibili per l’attaccante dell’Inter Primavera che è riuscito spesso  a decidere le partite con le sue giocate. Venti anni da compiere, è sicuramente uno dei pezzi pregiati del prossimo mercato giovanile, con il giocatore pronto per farsi valere anche nel calcio dei grandi.

Se vuoi approfondire: Samuele Mulattieri (articolo completo)

Alessandro Grandoni

Dopo ventisei giornate di campionato, in Serie A, facciamo il punto della situazione sullo stato del calcio italiano per quanto riguarda la fiducia e l’investimento sui giovani.

Se è vero, infatti, che per contenere i costi e puntare sui propri prodotti è necessario investire e dare fiducia ai propri giovani, è altrettanto vero che le società italiane, tranne rari casi, da sempre sono restie nel lanciare i prodotti del proprio settore giovanile.

Rispetto alla situazione nel resto d’Europa, infatti, da sempre in Italia si fa fatica a mettere in campo ragazzi senza esperienza ma che, spesso e volentieri, non hanno nulla da invidiare ai tanti stranieri che vengono presi, e pagati, ogni estate.

Al momento, infatti, sono 11 i giocatori che hanno fatto il loro esordio nel calcio professionistico nella stagione 2019-20, anche se di questi due non sono prodotti del settore giovanile delle squadre italiane ma ragazzi prelevati dall’estero e lanciati.

I due casi sopracitati sono quelli di Denilho Cleonise, del Genoa, e Bobby Adekanye della Lazio. Il primo, infatti, di nazionalità olandese, arriva al Genoa dall’Ajax dopo aver svolto il settore giovanile dividendosi tra Zeeburgia, Az e i lancieri. In questa stagione fa parte della squadra Primavera rossoblù, dove ha collezionato 11 presenze, togliendosi però lo sfizio di esordire anche in A e di mettere insieme 4 presenze (esordio contro il Napoli a 17 anni e 11 mesi, per un totale di 43 minuti).

Discorso simile per Bobby Adekanye, anche se qui parliamo di un giocatore sicuramente più esperto e più grande dal punto di vista anagrafico. Olandese, Bobby è partito dal settore giovanile dell’Ajax per poi passare al Barcellona, al Psv ed infine al Liverpool, da dove la Lazio lo ha prelevato nella scorsa estate. Per lui fino ad ora 7 presenze in totale divise tra Serie A, Europa League e Coppa Italia, con un gol messo a segno nella sfida interna con la Spal.

Questi sono gli unici due casi di giocatori presi all’estero e fatti esordire nel calcio professionistico in Italia.

Gli altri 9 sono i giocatori che veramente sono stati lanciati dalle formazioni italiane, o quanto meno quelli che hanno avuto il privilegio di poter calciare i campi di Serie A.

Il caso più significativo è sicuramente quello di Sebastiano Esposito, attaccante classe 2002 dell’Inter, capace di mettere insieme 5 presenze dopo un ottimo precampionato. Esposito è anche andato in gol su rigore nella sfida interna con il Genoa, ed è indubbiamente un investimento per il futuro della società nerazzurra, ripercorrendo un po’ le orme di Pinamonti, altro elemento lanciato dall’Inter e poi ceduto. Si è tolto lo sfizio di segnare, all’esordio, Amad Traorè, attaccante esterno dell’Atalanta, che nella sfida interna con l’Udinese, all’età di 17 anni, 3 mesi e 16 giorni, ha siglato la prima rete in Serie A.

Dopo quella partita altre due presenza per un predestinato che ormai da molto tempo fa parlare di sé sui campi di settore giovanile. Per loro due si può parlare tranquillamente di un investimento da parte delle due società, che ci hanno creduto e che li hanno lanciati in fasi importanti del campionato. Per gli altri 7 esordienti, invece, sembra trattarsi più che altro di un caso isolato, piuttosto che di un vero e proprio percorso.

Turati, portiere del Sassuolo, ha fatto il suo esordio nella gara contro la Juventus, terminata due a due, dimostrandosi pronto per il grande calcio, così come Matteo Gabbia, difensore centrale del Milan, che dopo una stagione alla Lucchese, è riuscito a strappare una presenza in Coppa Italia e due in campionato, di cui una dal primo minuto contro la Fiorentina, con buoni risultati. Chiudono il quadro cinque giocatori che per ora sono riusciti solo a fare il loro esordio, con una sola presenza.

Si tratta del centrocampista del Genoa Nicolò Rovella (Inter – Genoa 4-0), del trequartista e figlio d’arte del Milan Daniel Maldini (Milan – Parma 1-1), del centrocampista difensivo Adopo del Torino (Roma – Torino 0-2), dell’attaccante dell’Atalanta e stella della Primavera Ebrima Colley (Bologna – Atalanta 2-1) e del difensore esterno del Cagliari Simone Pinna (Cagliari – Brescia 0-1).   

Una situazione, questa, che evidenzia come le formazioni italiane siano ancora frenate dal puntare sui propri giovani, andando spesso a cercare elementi di nome all’estero, con un aumento dei costi.

Nel resto d’Europa la situazione è diversa, negli altri paesi si punta sul settore giovanile e si rischia, avendo ben presente che investire sul proprio settore giovanile è il primo passo per strutturare una società forte e duratura nel tempo.

Alessandro Grandoni

Fonti Statistiche: transfermarkt.it

Ecco la SuperClassifica delle società di Settore Giovanile Professionistiche che prende in considerazione i punti conquistati nei Campionati Primavera (1 e 2), Under 17, Under 16 e Under 15 relativamente alle formazioni di Serie A e B.  (per il Campionato Primavera 2, essendo una serie B, i punti conquistati sono divisi per due, l'Under 18 non è presa in considerazione essendo solo nove le formazioni iscritte). 

Una classifica, aggiornata al 16 febbraio, prima cioè delle molte gare rinviate per il Coronavirus, vede al primo posto, ma non è una novità, l'Atalanta che continua a splendere con il suo vivaio. La società nerazzurra, infatti, è da anni leader nel settore giovanile non soltanto per risultati conseguiti, ma anche e soprattutto per i tanti giovani lanciati nel calcio professionistico. Il primo posto momentaneo di questa stagione è in larga parte dovuto ai grandi risultati ottenuti con Primavera e Under 17, con l'Under 15 unica formazione in ritardo rispetto alle altre. Più indietro un'altra squadra nerazzurra, l'Inter. I milanesi sorpassano, di una sola lunghezza, la Roma e si attestano al secondo posto. Rispetto all'Atalanta hanno meno picchi nelle varie categorie ma più continuità, con la società che continua a dimostrare, come ormai fa da anni, la grande importanza che viene data al vivaio, non a caso giocatori come Pinamonti o Esposito sono usciti proprio da qui.

Terza la Roma. Sulla bontà del lavoro svolto in sede di giovani dai giallorossi pochi dubbi, anche se in questa stagione rispetto al passato i giallorossi pagano qualche passaggio a vuoto soprattutto con la Primavera (fuori dalla Coppa Italia in semifinale con il Verona, formazione di Primavera 2) e con l'Under 15, che solitamente ci aveva abituati ad un primo posto in solitaria. Chiude il quadro delle società leader la Juventus. I bianconeri in Primavera non stanno giocando la loro migliore stagione, anche se sono in fase di ripresa, mentre nelle altre categorie, soprattutto Under 17 e Under 16, il loro predominio è quasi indiscusso. Staccate tutte le altre, anche se ci sono da fare delle distinzioni. Genoa e Napoli sono a parimerito al quinto posto, mostrando gli ottimi risultati conseguiti in questa stagione che sono la logica conseguenza del buon lavoro svolto negli anni precedenti.

Al settimo e ottavo posto due sorprese. Il Bologna, pur non brillando con la Primavera, è riuscito ad ottenere ottimi risultati con le tre altre compagini rimanendo sempre ad un passo dalle formazioni di testa. Splendida la stagione del Cagliari, che in Primavera paga soltanto lo scotto di aver trovato davanti a se un'Atalanta formidabile. Chiudono il quadro della Top Ten il Milan, protagonista di una grande annata che è attardato solo per via della partecipazione al campionato Primavera 2, e non 1, che nei nostri parametri viene valutato con la metà del punteggio, e la Spal, ed anche qui si tratta di un grande risultato per una società che non vanta certo le risorse delle sue contendenti.   

 

 

LEGGENDA:

Punti conquistati in Primavera 1, Under 17, Under 16 e Under 15  PIENI

Punti conquistati in Primavera 2 (SUDDIVISI PER DUE) 

 

  SOCIETA' TOTALE PRIMAVERA UNDER 17 UNDER 16 UNDER 15
             
1 ATALANTA 170 48 54 44 24
2 INTER 157 35 47 35 40
3 ROMA 156 30 44 46 36
4 JUVENTUS 149 32 49 41 27
5 GENOA 130 28 27 35 40
6 NAPOLI 130 12 42 36 40
7 BOLOGNA 125 25 31 39 30
8 CAGLIARI 124 42 23 25 34
9 MILAN 122,5 23,5 25 37 37
10 SPAL 114,5 18,5 31 41 24
11 LAZIO 108 24 20 32 32
12 PESCARA 106 15 31 25 35
13 HELLAS VERONA 105 16 36 26 27
14 SAMPDORIA 104 28 20 22 34
15 TORINO 103 22 24 15 42
16 FIORENTINA 100 21 26 31 22
17 EMPOLI 97 26 28 28 15
18 FROSINONE 95,5 12,5 26 17 40
19 SASSUOLO 90 23 28 22 17
20 PARMA 88 9 28 26 25
21 BENEVENTO 86 9 29 26 22
22 PERUGIA 86 10 26 35 15
23 UDINESE 81,5 15,5 28 14 24
24 ASCOLI 74,5 21,5 24 13 16
25 BRESCIA 73,5 9,5 20 19 25
26 CHIEVO VERONA 69 12 20 18 19
27 SPEZIA 68,5 8,5 26 14 20
28 JUVE STABIA 67 7 15 22 23
29 LECCE 62,5 12,5 6 20 24
30 TRAPANI 61 16 15 23 7
31 SALERNITANA 60 10 17 9 24
32 COSENZA 59 11 22 12 14
33 CREMONESE 57 6 24 18 9
34 CROTONE 57 12 25 13 7
35 PORDENONE 55,5 12,5 12 17 14
36 VENEZIA 54,5 9,5 13 9 23
37 VIRTUS ENTELLA 51 9 16 17 9
38 CITTADELLA 44,5 7,5 6 13 18
39 PISA 44,5 6,5 12 14 12
40 LIVORNO 39,5 13,5 11 5 10

 



  

Ripartiamo, anche noi. I mesi passati a casa e il termine anticipato dei campionati ci hanno imposto della riflessioni. La più importante, tra queste, riguarda la nostra passione per questo mestiere e per questo ambito, quello che ci ha da sempre caratterizzato, il calcio giovanile. Ci eravamo lasciati a marzo con l'idea di trasformare questo sito in un portale che si occupasse solo del calcio dei grandi, ma con il passare dei giorni ci siamo resi conto di come, questo, non ci bastasse. 

Non potevamo lasciare un progetto nato anni fa e portato avanti con sacrificio e idee, ed è per questo che nelle ultime settimane abbiamo maturato l'idea di lasciare Calcio Nazionale attivo sul calcio dei giovani, sulla Primavera, sulle Nazionali, sull'Under 17, 16 e 15, sulla Berretti e sui tornei giovanili. Il calcio dei grandi, le imprese sportive, i racconti e gli aneddoti li abbiamo deputati ad un nuovo sito, aperto un mese fa, che si chiama www.thebigsporttheory.com

Calcio Nazionale resta un progetto legato ai giovani. Ripartiamo per un nuovo inizio, portando con noi la consapevolezza di quello che abbiamo fatto ma, d'altro canto, rendendoci conto che d'ora in avanti c'è bisogno di un passo ulteriore in avanti. Un passo verso la professionalità, la competenza, l'approfondimento, la completezza, per tornare a fare di questo sito quello che è stato per tanto tempo, il punto di riferimento di ragazzi, genitori e addetti ai lavori sul calcio giovanile nazionale, dalla Primavera fino ai più piccoli. 

Dateci fiducia, sapremo ancora ripagarvi. 

 

Alessandro Grandoni

Ecco la SuperClassifica delle società di Settore Giovanile Professionistiche che prende in considerazione i punti conquistati nei Campionati Primavera (1 e 2), Under 17, Under 16 e Under 15 relativamente alle formazioni di Serie A e B.  (per il Campionato Primavera 2, essendo una serie B, i punti conquistati sono divisi per due, l'Under 18 non è presa in considerazione essendo solo nove le formazioni iscritte). 

Resta al primo posto l'Atalanta che si conferma leader nel settore giovanile grazie alle ottime performance con Primavera, Under 17 e Under 16. In scia la Roma e subito dietro l'Inter, con Juventus e Napoli che completano la Top Five. Al sesto posto il Genoa, una delle sorprese di questo inizio di stagione, seguita dal Milan. Cagliari, Bologna e Spal, splendide realtà di settore giovanile, occupano l'ottava, la nona e la decima posizione con la Lazio subito a ridosso. Tra le grandi in ritardo la Samp (14°), il Torino (15°) e la Fiorentina (18°).  

 

LEGGENDA:

Punti conquistati in Primavera 1, Under 17, Under 16 e Under 15  PIENI

Punti conquistati in Primavera 2 (SUDDIVISI PER DUE) 

 

  SOCIETA' TOTALE PRIMAVERA UNDER 17 UNDER 16 UNDER 15
             
1 ATALANTA 166 45 54 44 23
2 ROMA 155 30 43 46 36
3 INTER 153 34 44 35 40
4 JUVENTUS 147 31 48 41 27
5 NAPOLI 129 12 41 36 40
6 GENOA 124 25 24 35 40
7 MILAN 121 22 25 37 37
8 CAGLIARI 120 39 23 25 33
9 BOLOGNA 119 22 28 39 30
10 SPAL 109 16 28 41 24
11 LAZIO 107 23 20 32 32
12 PESCARA 106 15 30 26 35
13 HELLAS VERONA 102,5 14,5 35 26 27
14 SAMPDORIA 101 26 19 22 34
15 TORINO 100 22 24 15 39
16 FROSINONE 97 11 26 20 40
17 EMPOLI 94 23 28 28 15
18 FIORENTINA 94 18 23 31 22
19 SASSUOLO 88 23 27 22 16
20 PARMA 87 9 27 26 25
21 PERUGIA 84 10 23 36 15
22 BENEVENTO 82,5 8,5 26 26 22
23 UDINESE 78,5 15,5 25 14 24
24 BRESCIA 73,5 9,5 20 19 25
25 ASCOLI 68 20 23 10 15
26 SPEZIA 66 9 23 14 20
27 CHIEVO VERONA 65 11 17 18 19
28 JUVE STABIA 64 7 15 19 23
29 LECCE 62,5 12,5 6 20 24
30 COSENZA 59 11 22 12 14
31 SALERNITANA 58,5 9,5 14 9 26
32 TRAPANI 57,5 15,5 12 23 7
33 CROTONE 55,5 10,5 25 13 7
34 PORDENONE 54 11 12 17 14
35 CREMONESE 53 6 20 18 9
36 VENEZIA 53 8 13 9 23
37 VIRTUS ENTELLA 50,5 8,5 16 17 9
38 CITTADELLA 44 7 6 13 18
39 PISA 43 5 12 14 12
40 LIVORNO 39 13 8 5 13

 



  

Sono on line i Risultati e i Marcatori della 18° Giornata del Campionato Under 15 A e B. 

 

UNDER 15 SERIE A-B - 18° GIORNATA

 

GIRONE A

 

JUVENTUS - LAZIO 2-1

MARCATORI: 28′pt Brasili (La), 10′st Anghelè (Ju), 16′st Vacca (Ju)

 

LIVORNO - TORINO 1-2

MARCATORI: 8’pt Tendoubi (Li), 9’st Broccanello (To), 15’s Ceica (To)

 

GENOA - VIRTUS ENTELLA 4-0

MARCATORI: 8'pt Fini (Ge), 9'st Casagrande (Ge), 19'st Alloisio (Ge), 24'st Casagrande (Ge)

 

EMPOLI - SPEZIA 3-2

MARCATORI: 2'pt Benvenuto (Sp), 34'pt Viviani (Em), 4'st Seghi (Em), 24'st Garzia (Sp), 40'st Bocci (Em)

 

PARMA - SAMPDORIA 0-1

MARCATORI: 35'st Leone (Sa)

 

SASSUOLO - PISA 3-1

MARCATORE: 4′pt D'Ambrosio (Sa), 14'pt Rindi (Pi), 15′pt D'Ambrosio (Sa), 8’st D’Ambrosio (Sa)

 

Riposa: FIORENTINA

 

GIRONE B

MILAN - BRESCIA 1-1

MARCATORI: 8'st Zeroli (Mi), 28'st Kasa (Br)

 


SPAL - CHIEVOVERONA 3-1

MARCATORI: 8'pt Deme (Sp), 17'pt Franzoni (Rig.) (Ch), 18'pt Angeletti (Sp), 35'pt Deme (Sp)

 

CAGLIARI - UDINESE 2-2

MARCATORI: 1'pt Medeot (Ud), 4'pt Vinciguerra (Ca), 29'st Russo (Ud), 35'st Vinciguerra (Ca)

 

PORDENONE - VENEZIA 2-2

MARCATORI: 30′pt Venier (Aut.) (Ve), 20′st Vianello (Po), 27′st Lucich (Ve), 32′st Liberati (Po)

 

HELLAS VERONA - BOLOGNA 5-1

MARCATORI: 7'pt D'Agostino (Hv), 24'pt D'Agostino (Hv), 32'pt Gasparato (Hv), 15'st Omeregie (Bo), 18'st Valenti (Hv), 38'st Formichetti (Hv)

 

INTER - CREMONESE 0-0

 

CITTADELLA - ATALANTA 3-2

MARCATORI: 24'pt Fiogbe (Rig.) (At), 27'pt Vavassori (At), 27'st Ciniltani (Ci), 31'st Munteanu (Ci), 39'st Yabre (Rig.) (Ci)

 

GIRONE C

ROMA - LECCE 3-0

MARCATORI: 4'pt De Angelis (Rm), 20'pt Tarantino (Rm), 24'pt Bolzan (Rig.) (Rm).

 

PESCARA - CROTONE 1-2

MARCATORI: 10'st Valente (Cr), 16'st D'Aprile (Cr), 30'st Postiglione (Pe)

 

PERUGIA - NAPOLI 0-2

MARCATORI: 32’pt Vilardi (Na), 24’st Carbone (Na).

 

ASCOLI - FROSINONE 0-2

MARCATORI: 8'st Zettera (Fr), 13'st Cipolla (Fr)

 

SALERNITANA - JUVE STABIA 1-0

MARCATORI: 30′pt Mastrocinque (Sa)

 

BENEVENTO - COSENZA 1-2

MARCATORI: 4'st Celestino (Co), 8'st Celestino (Co), 22'st Mazzucchiello (Be)

 

Riposa: TRAPANI

Sono on line i Risultati e i Marcatori della 18° Giornata del Campionato Under 16 A e B. 

 

UNDER 16 SERIE A-B - 18° GIORNATA

 

GIRONE A

JUVENTUS - LAZIO 2-0

MARCATORI: 25′pt Galante (Ju), 19′st Turco (Rig.) (Ju)

 

LIVORNO - TORINO 0-1

MARCATORI: 40’st Toma (To)

 

GENOA - VIRTUS ENTELLA 3-1

MARCATORI: 40'pt Mele (Ge), 45'st Tassotti (Aut.) (Ge), 35'st Costa (Rig.) (Ve), 37'st Accornero (Ge)

 

EMPOLI - SPEZIA 2-1

MARCATORI: 24'pt Donati (Sp) 40'pt Cappelli (Em), 25'st Menga (Em)

 

PARMA - SAMPDORIA 2-0

MARCATORI: 11'pt Ribaudo (Pa), 23'pt Antognoni (Pa)

 

SASSUOLO - PISA 0-0

 

Riposa: FIORENTINA

 

GIRONE B

PORDENONE - VENEZIA 1-0

MARCATORI: 17′pt Movio (Po)

 

INTER - CREMONESE 1-2

MARCATORI: 18'pt Russo (Cr), 7'st Curatolo (In), 28'st Anelli (Cr)

 

HELLAS VERONA - BOLOGNA 4-5

MARCATORI: 3'pt Cazzadori (Hv), 12'pt Cazzadori (Hv), 19'pt Dentale (Hv), 25'pt Dentale (Hv), 5'st Raimondo (Bo), 6'st Anatriello (Bo), 11'st Raimondo (Bo), 18'st Anatriello (Bo), 28'st Casadei (Bo).

 

CAGLIARI - UDINESE 0-1

MARCATORI: 25'pt Iljazi (Ud)

 

MILAN - BRESCIA 1-0

MARCATORI: 7'st Gala (Mi)

 

SPAL - CHIEVOVERONA 1-1

MARCATORI: 7'pt Bertini (Ch), 20's Catanzaro (Sp)

 

CITTADELLA - ATALANTA 2-4

MARCATORI: 9'pt Omar (At), 5'st Ndour (At), 19'st Badon (Ci), 25'st Omar (At), 36'st Stabile (At), 41'st Thioune (Ci)

 

GIRONE C

ROMA - LECCE 7-0

MARCATORI: 8'pt Pagano (Rm), 20'pt Pisilli (Rm), 40'pt Lilli (Rm), 5'st Padula (Rm), 28'st Cherubini (Rm), 37'st Simone (Rm), 40'st Cherubini (Rm).

 

PESCARA - CROTONE 2-0

MARCATORI: 28'pt Bomba (Pe), 39'st Capaldo (Pe)

 

ASCOLI - FROSINONE 1-4

MARCATORI: 16'st Calvani (Fr), 21'st Maura (Fr), 28'st Cialone (Fr), 36'st Selvini (Fr), 42'st S. Manari (As).

 

SALERNITANA - JUVE STABIA 0-3

MARCATORI: 19′pt Vitale (Js), 9′st Esposito (Js), 43′st Pimienta (Js)

 

BENEVENTO - COSENZA 6-2

MARCATORI: 12'pt Maccari (Co), 21'pt Marsiglia (Be), 23'pt Maiese (Be), 22'st Malva (Be), 24'st Malva (Be, 27'st Prisco (Be, 37'st Parrotta (Co, 41'st Valentino (Be)

 

PERUGIA - NAPOLI 2-2

MARCATORI: 6’pt Pesce (Na), 18’pt Buzzi (Pe), 32’st Buzzi (Pe), 35’st Frulio (Na).

 

Riposa: TRAPANI

 

 

Sono on line i Risultati e i Marcatori della 18° Giornata del Campionato Under 17 A e B. 

 

UNDER 17 SERIE A-B - 18° GIORNATA

GIRONE A

SAMPDORIA - EMPOLI 0-0

 

SPEZIA - FIORENTINA 1-1

MARCATORI: 32'st Senè (Fi), 34'st Mariotti (Sp)

 

PARMA - GENOA 0-1

MARCATORI: 17'pt Bolcano (Ge)

 

LIVORNO - JUVENTUS 0-4

MARCATORI: 35′pt Cerri (Ju), 18′st Omic (Rig.) (Ju), 32′st Mauro (Ju), 36′st Hasa (Ju)

 

PISA - SASSUOLO 2-2

MARCATORI: 33'pt Sibilio (Rig.) (Pi), 38'pt Romiti (Pi), 45'pt Pieragnolo (Sa), 45'st Arcopinto (Sa)

 

TORINO - VIRTUS ENTELLA 0-0

 

Riposa: LAZIO

 

GIRONE B

CITTADELLA - BRESCIA 2-4

MARCATORI: 2'pt Trezza (Br), 30ppt Mor (Br), 11'st Bertoni (Br), 17'st Donà (Ci), 25'st Del Barba (Br), 33'st Thioune (Rig.) (Ci)

 

CHIEVOVERONA - ATALANTA 0-4

MARCATORI: 1'st Falleni (At), 8'st Rosa (At), 28'st Rosa (At), 50'st Polloni (At)

 

UDINESE - HELLAS VERONA 2-1

MARCATORI: 11'st Garbero (Ud), 22'st Zuliani (Ud), 43'st Bernardi (Hv)

 

CAGLIARI - MILAN 1-4

MARCATORI: 7'pt El Hilali (Mi), 14'pt El Hilali (Mi), 15'pt El Hilali (Mi), 3'st Schirru (Rig.) (Ca), 10'st Oberatin (Mi)

 

BOLOGNA - PORDENONE 5-0

MARCATORI: 10′pt Paananen (Bo), 31′pt Bakos (Bo), 41′pt Sigurpalsson (Bo), 3′st Bakos (Bo), 25′st Arnofoli (Bo)

 

INTER - SPAL 1-0

MARCATORI: 8'pt Casadei (Rig.) (In)

 

CREMONESE - VENEZIA 3-1

MARCATORI: Lauciello (Cr), Rosà (Cr), Rosà (Cr), Scalercio (Ve)

 

GIRONE C

BENEVENTO - PERUGIA 1-0

MARCATORI: 36’st Citarella (Be).

 

NAPOLI - TRAPANI 4-0

MARCATORI: 46'pt D'Agostino (Na), 2'st Vergara (Na), 9'st Vergara (Na), 44'st Acampa (Na)

 

FROSINONE - ASCOLI 2-2

MARCATORI: 28'pt Peres (Fr), 35'pt Pescicolo (Rig.) (As), 40'pt Assalve (As), 20'st Panariello (Aut.) (Fr)

 

JUVE STABIA - COSENZA 0-1

MARCATORI: 43'pt Bonofiglio (Co)

 

ROMA - CROTONE 1-1

MARCATORI: 32'pt Frustaglia (Cr), 44'st Ludovici (Rm)

 

 

LECCE - SALERNITANA 0-0

 

Riposa: PESCARA

Sono on line i Risultati e i Marcatori della 15° Giornata del campionato Under 18 A e B. 

 

ROMA - MILAN 1-0

MARCATORI: 10'st Milanese (Rm)

 

FIORENTINA - TORINO 5-0

MARCATORI: 20’pt Milani (Rig.) (Fi), 24’pt Neri (Fi), 8’st Spedalieri (Fi), 12’st Spadalieri (Fi), 30’st Furina (Fi)

 

SAMPDORIA - SASSUOLO 1-0

MARCATORI: 29'st Bellucci (Sm)

 

GENOA - ATALANTA 2-4

MARCATORI: 2'st Carrà (At), 6'st Diakhate (Rig.) (Ge), 13'st Sidibe (At), 32'st Diakhate (Ge), 38'st Sidibe (At), 47'st Manfredi (At)
 

RIPOSA: INTER

 

Pagina 1 di 73

Ultimi Tweets

#CampionatoPrimavera #Primavera1TIM #LegaSerieATIM https://t.co/D1aq3KXgJ9
#Giovanili #Under16SerieAeB https://t.co/R3BhPDrvI7
#Giovanili #LazioCUP https://t.co/wExfD2GDqk
Follow Calcio Nazionale on Twitter
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok