Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

Si disputerà stasera la Finale del Memorial Mariani Pavone tra Roma e Malmo, torneo riservato alla categoria Under 16. I giallorossi si sono qualificati superando per 6-3 dopo i calci di rigore l'Hajduk Spalato, mentre Malmo che ha avuto la meglio sulla Fiorentina.

                   

VI° Memorial "A. Mariani - M. Pavone"

Semifinali

Anche la seconda semifinale tra la Roma e l’Hajduk è stata all’insegna dell’equilibrio. Partono bene gli italiani che nel primo tempo prendono il possesso del centrocampo e impongono il proprio gioco, passano meritatamente in vantaggio con Bove. Nel secondo tempo veemente la reazione croata che pareggiano su rigore con Ljubicic, la Roma si rifà sotto e torna dopo pochi minuti di nuovo in vantaggio con l’estroso Cancellieri. Prova d’orgoglio dell’Hajduk che trovano di nuovo il pareggio con Ljubicic autore di una doppietta. Finale che non darà più emozioni e sfida quindi decisa ai rigori. Partita che si decide ai rigori e la spunta la Roma che vola in finale.

ROMA - HAJDUK SPALATO 6-3 dcr (2-2)

ROMA: Trovato, Muteba, Suffer, Astrologo, Ciucci (Tripi), Buttaro, Cancellieri, Bove (Zalewski), Tueto, Milanese (Carlucci), Travaglini (Ciervo). A disposizione: Rossi, Tomassini, Morichelli, Ferrari, Poverini. Allenatori: Falsini.

HAJDUK SPALATO: Franetovic, Unusic, Bekavac, Gulisija, Repic, Vladustic (Botic), kunstek (Ljubicic), Klaric (Mamic), Domancic, Biuk, Katusa. A disposizione: Pervan, Babic, Glavovic, Botica. Allenatore: Segovic.

Arbitro: Raiola di Teramo, Coccagna e Gentile di Teramo

Rete: 1-0 21’ p.t. Bove (Roma), 1-1 22’ s.t. Ljubicic (Hajduk), 2-1 25’ s.t. Cancellieri (Roma), 2-2 29’ s.t. Ljubicic (Hajduk)

Ammoniti: Gulisija, Biuk, Bekavac (Hajduk)

Malmö prima finalista del VI Memorial al termine di una gara molto equilibrata contro una coriacea Fiorentina in vantaggio per buona parte del match. Sono infatti i viola a passare prima con Petriccioli (18’ pt) bravo a girare al volo un pallone scodellato in mezzo. Gli svedesi meno brillanti rispetto agli incontri precedenti faticano a tessere le solite trame avvolgenti e solo nella ripresa riescono a premere con maggiore insistenza e pervenire al pari grazie ad una conclusione da fuori di un dei suoi migliori uomini, Prica (20’ st). Dopo il pareggio la gara non offre più molti spunti ed è così la lotteria dei rigori a determinare la vincitrice. Protagonista il portiere del Malmö Wahl che respinge 2 penalties, mentre i suoi compagni sono infallibili con Homberg che firma il rigore decisivo. Onore delle armi alla Fiorentina che ha comunque disputato un ottimo torneo e non gioca la finale solo per un pizzico di buona sorte che non l’ha accompagnata nel momento decisivo.

FIORENTINA - MALMOE 2-5

FIORENTINA: Casini, Masi, Squizzato (Bonini), Frison, Neri (Poggesi), Dalle Mura, Sabatini, Munno (Di Clemente), Petriccioli (Ferla), Sacchini (Bayslach), Milani. A disposizione: Chiossi. Allenatore: Fazzini

MALMOE: Wahl, Moller Green), Bukarowsky, Eile, Ali, Nilsson, Uddenas, Ljara (Egbe), Prica, Sandstrom (Gomes), Bjerkebo (Holmberg). A disposizione: Linnert, Perlman. Allenatori: Palmen/Kjetselberg
Arbitro: Alessandro Ulbar di Teramo, Caporali e Perfetto di Pescara

Reti: 18’ p.t. Petriccioli (Fiorentina), 20’ s.t. Prica (Malmoe)

Ammoniti: Frison (Fiorentina)