Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

Sconfitta amara per la Roma che alla prima uscita stagionale in Youth League perde per 2-1 contro l'Atletico Madrid. Andiamo a vedere insieme la prestazione dei protagonisti in campo:

Romagnoli 6.5: Il portiere giallorosso è sicuramente uno dei più positivi. Nel primo tempo non viene chiamato a compiere interventi eclatanti ma comunque si fa trovare sempre attento. Nella ripresa compie un miracolo sulla conclusione di Toni Moya e non può niente sul gol del vantaggio ospite. Da rivedere invece in occasione dell'uscita sul gol del raddoppio, ma la sua prestazione è senza dubbio positiva.

Bouah 5.5: Primo tempo sufficiente anche se da quella parte Toni Moya è una costante spina nel fianco. Nella ripresa la sua prestazione cala e qualche errore di troppo fanno abbassare la sua valutazione.

Ciavattini 6: Il capitano giallorosso strappa la sufficienza grazie ad una prestazione ordinata e di sacrificio. Comanda bene la difesa anche se delle volte servirebbe dare una svegliata ai compagni di reparto.

Cargnelutti 5.5: Corre troppi rischi nell'impostazione del gioco e si libera troppo tardivamente del pallone. Tutto sommato la prestazione del numero 4 non è così pessima, ma può far sicuramente di più. 

Semeraro 5: Giornata no per il terzino sinistro giallorosso che non si fa mai notare in fase offensiva, dando pochissimo appoggio a Valeau e Antonucci. Al 70′ Riccardi 6: Entra con il piglio giusto anche se la Roma è sotto di due gol. Sfiora il gol con un bel tiro da fuori area.

Marcucci 6: A volte macchinoso e poco fluido nella manovra, ma la gara del centrocampista è in crescendo. Dopo un primo tempo in ombra e un avvio di secondo poco brillante, esce dal guscio nel finale. Per poco non trova il pari con una conclusione dalla distanza ed è l'ultimo ad arrendersi visto che al 92' impedisce all'Atletico il gol del tris.

Meadows 5: Non trova mai il passo gara e sembra essere sempre fuori dal gioco della squadra. Prestazione sicuramente da archiviare per il mediano giallorosso. Al 55′ Masangu 6.5: Entra e da brio alla manovra giallorossa, creando strappi che mettono in difficoltà gli avversari. Suo il gol che nel finale ha riacceso le speranze della Roma.

Valeau 5.5: Non il solito Valeau. Il classe 99' che con la Roma Primavera ha già vinto una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana, non ha dato il supporto che ci si aspettava.

Antonucci 6.5: Il più positivo tra gli undici iniziali. Il numero dieci giallorosso sembra aver un altro passo rispetto ai compagni e delle volte non trova il supporto di cui ha bisogno. Bravo nell'uno contro uno anche se negli ultimi metri non trova la giocata decisiva.

Celar 5.5: Molto fisico e tanta determinazione, non bastano al numero 9 della Roma che oggi non è mai riuscito a trovare spazi nella difesa biancorossa. Nel primo tempo ha l'occasione di poter calciare a rete da posizione favorevole, ma perde tempo e si lascia anticipare dalla retroguardia avversaria.

Cappa 5: Incolore la prestazione dell'esterno offensivo giallorosso. Nel primo tempo non trova mai lo spunto giusto e nella ripresa lascia il campo dopo appena 10 minuti. Al 55′ Besuijen 6: Entra meglio del compagno di squadra e il gol, anche se annullato, ne è la prova. Tenta di scardinare la difesa dell'Atletico ma oggi le manovre giallorosse sono poco efficienti. 

DANIELE MATERA