Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

La Lega Nazionale Professionisti Serie A organizza il Campionato Primavera 1 TIM - “Trofeo Giacinto Facchetti” (di seguito “Primavera 1 TIM”).

                               

Alla manifestazione prendono parte le seguenti 16 Società che hanno acquisito il titolo sportivo a partecipare al Campionato di Serie A TIM 2017/2018 e sono state ammesse sulla base dei criteri indicati agli artt. 6) e 7) del Regolamento del Campionato Primavera TIM 2016/2017 “Trofeo Giacinto Facchetti” (C.U. n. 15 dell’8 agosto 2016) e sulla base del Ranking Sportivo 2017/2018 (Allegato 1): Atalanta BC, Bologna FC, AC ChievoVerona, ACF Fiorentina, Genoa CFC, Hellas Verona FC, FC Internazionale, Juventus FC, SS Lazio, AC Milan, SSC Napoli, AS Roma, US Sassuolo Calcio, UC Sampdoria, Torino FC e Udinese Calcio. La tassa di iscrizione alla manifestazione, fissata in €. 500.00, deve essere versata alla Lega Nazionale Professionisti Serie A entro l’inizio della manifestazione.

2) FORMULA DEL CAMPIONATO

Il Campionato Primavera 1 TIM si articola in tre fasi successive:

a) GIRONE UNICO “ALL’ITALIANA” (“Prima Fase”);

b) PLAY OFF DI QUALIFICAZIONE ALLA FASE FINALE E PLAY OUT PER LA PERMANENZA NEL CAMPIONATO PRIMAVERA 1;

c) FASE FINALE.

Al termine della Prima Fase del Campionato Primavera 1 TIM, le Società classificatesi al 1° ed al 2° posto accedono direttamente alla Fase Finale per l’aggiudicazione del titolo di Campione d’Italia Primavera 1 TIM 2017/2018, insieme alle due Società vincitrici dei Play Off di qualificazione alla Fase Finale o, in caso di mancata disputa dei Play Off ai sensi del punto 3) che segue, delle società classificatesi al 3° e 4° posto (tot. 4 squadre).

Le Società classificatesi al 15° ed al 16° posto e la Società perdente il Play Out per la permanenza nel Campionato Primavera 1 (tot. 3 squadre) retrocedono al Campionato Primavera 2 2018/2019. Acquisiscono il diritto di partecipare al Campionato Primavera 1 2018/2019, in luogo delle 3 società retrocesse al termine del Campionato Primavera 1 TIM 2017/2018, le migliori 3 squadre del Campionato Primavera 2 TIM 2017/2018, individuate secondo i criteri previsti dal regolamento della Competizione organizzata dalla Lega Nazionale Professionisti Serie B.

3) PRIMA FASE - GIRONE UNICO “ALL’ITALIANA”

Le 16 squadre partecipanti al Campionato Primavera 1 TIM 2017/2018 si incontrano fra loro col sistema cosiddetto “all’italiana”, in gare di andata e ritorno, secondo il calendario che viene pubblicato dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A. Vengono assegnati tre punti per ogni vittoria ed uno per il pareggio.

Al termine della Prima Fase del Campionato Primavera 1 TIM, le due Società classificatesi al 1° e 2° posto accedono direttamente alla Fase Finale. La terza, la quarta, la quinta e la sesta classificata, per un totale di quattro Società, disputano i Play Off di qualificazione alla Fase Finale, fermo restando che, qualora al termine del Campionato vi sia un distacco di almeno 10 punti tra la 4ª e la 5ª classificata, non è prevista la disputa dei Play Off, ma accedono direttamente alla Fase Finale le Società classificatesi al 3° e 4° posto.

Le due Società classificatesi al 15° ed al 16° posto retrocedono direttamente al Campionato Primavera 2 2018/2019, mentre le due Società classificatesi al 13° ed al 14° posto disputano il Play Out per la permanenza nel Campionato Primavera 1 2018/2019.

Le posizioni all’interno del Girone Unico, in caso di parità di punti in classifica al termine del Campionato, sono determinate tenendo conto, nell’ordine:

a) dei punti ottenuti negli incontri diretti fra tutte le squadre a parità di punti;

b) della differenza reti negli incontri diretti fra tutte le squadre a parità di punti;

c) del maggiore numero di reti segnate negli incontri diretti fra tutte le squadre a parità di punti; d) della differenza reti generale;

e) del maggiore numero di reti segnate in generale;

f) del maggiore numero di reti segnate in trasferta;

g) del sorteggio.

4) PLAY OFF DI QUALIFICAZIONE ALLA FASE FINALE

In caso di disputa dei Play Off di qualificazione alla Fase Finale, le quattro Società sono accoppiate tra loro secondo il seguente schema e si affrontano in gare di andata e ritorno in due giornate di gara:

GARE DI ANDATA

6ª CLASSIFICATA VS 3ª CLASSIFICATA

5ªCLASSIFICATA VS 4ª CLASSIFICATA

GARE DI RITORNO  

3ª CLASSIFICATA VS 6ª CLASSIFICATA  

4ª CLASSIFICATA VS 5ª CLASSIFICATA

Ottiene la qualificazione alla Fase Finale la Società che, al termine della partita di ritorno, ha segnato il maggior numero complessivo di reti nelle due partite o, in caso di parità nelle reti complessive, il maggior numero di reti in trasferta. Risultando pari anche il numero di reti segnate in trasferta, ottiene la qualificazione alla Fase Finale la Società che ha ottenuto la migliore posizione in classifica al termine del Campionato.

5) PLAY OUT PER LA PERMANENZA NEL CAMPIONATO PRIMAVERA 1

Le due Società classificatesi al 13° ed al 14° posto disputano il Play Out per la permanenza nel Campionato Primavera 1 2018/2019, in gare di andata e ritorno. Ha diritto di giocare in casa la gara di ritorno la Società meglio classificata al termine del Campionato.

Ottiene la permanenza nel Campionato Primavera 1 2018/2019 la Società che, al termine della partita di ritorno, ha segnato il maggior numero complessivo di reti nelle due partite o, in caso di parità nelle reti complessive, il maggior numero di reti in trasferta.

Risultando pari anche il numero di reti segnate in trasferta, le squadre devono disputare due tempi supplementari della durata di 15 minuti ciascuno. Se, durante i due tempi supplementari, le due squadre segnano uno stesso numero di reti, le reti segnate in trasferta valgono doppio (ovvero, la squadra che gioca fuori casa ottiene la permanenza nel Campionato Primavera 1 2018/2019). Se nessuna rete viene segnata durante i due tempi supplementari, l’arbitro provvede a fare battere i calci di rigore, con le modalità previste dal “Regolamento del Giuoco del Calcio” al paragrafo: “Procedure per determinare la squadra vincente di una gara”.

6) FASE FINALE

La Fase Finale ha luogo con il sistema dell’eliminazione diretta in gara unica ed è suddivisa in due turni: SEMIFINALI e FINALE.

Le quattro Società qualificate alle Semifinali sono concentrate nella/e località ove si disputano tutte le gare della Fase Finale.

Le due Società classificatesi al 1° e 2° posto al termine del Campionato sono considerate “teste di serie” e non possono incontrarsi tra loro in Semifinale.

Fermo restando quanto indicato al paragrafo precedente, le società “teste di serie” e le altre due Società finaliste sono accoppiate fra loro mediante sorteggio libero.

Le Società vincitrici delle Semifinali si contendono nella Finale il titolo di Campione d’Italia Primavera 1 TIM 2017/2018 - “Trofeo Giacinto Facchetti”.

In caso di parità, al termine di ogni singola gara della fase finale, le squadre disputano due tempi supplementari della durata di 15’ ciascuno.

Qualora, al termine del secondo tempo supplementare, il punteggio dell’incontro dovesse rimanere ancora in parità, si procede all’esecuzione dei calci di rigore con le modalità previste dal “Regolamento del Giuoco del Calcio” al paragrafo: “Procedure per determinare la squadra vincente di una gara”.

7) PALLONE UFFICIALE

In tutte le gare del Campionato Primavera 1 TIM 2017/2018 deve essere utilizzato esclusivamente il pallone ufficiale della Lega Nazionale Professionisti Serie A.

8) DATE E ORARI DELLE GARE

Le gare del Girone Unico e quelle dei Play Off e Play Out devono svolgersi nei giorni indicati, secondo il calendario pubblicato dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A, all’orario ufficiale, con ciò intendendosi:

- da inizio Campionato al 22 ottobre 2017 - ore 15.00

- dal 23 ottobre 2017 al 26 marzo 2018 - ore 14.30

- dal 27 marzo a fine Campionato - ore 15.00

Eventuali modifiche di data ed orario delle gare possono essere proposte alla Lega Nazionale Professionisti Serie A, per giustificati motivi, congiuntamente e consensualmente dalle due Società in gara.

Le Società possono richiedere lo spostamento di una gara qualora questa ricada nel periodo di convocazione di almeno tre propri calciatori per una delle squadre nazionali (dalla Nazionale A fino all’Under 17 compresa), purché non soggetti a squalifica od inibizione. Le Società interessate devono avanzare tale richiesta a mezzo e-mail almeno cinque giorni prima della data prevista in calendario per la disputa dell’incontro.

La Lega Nazionale Professionisti Serie A concede lo spostamento nel solo caso in cui sia possibile trovare valide date alternative, senza influire sulla regolarità del Campionato.

Agli effetti regolamentari, in ogni caso, le gare vengono considerate come disputate nel giorno in cui effettivamente si svolgono.

Nelle ultime due giornate di Campionato è garantita la contemporaneità delle gare che coinvolgono squadre con interessi di classifica.

Per le gare della Fase Finale, la Lega Nazionale Professionisti Serie A dirama apposito calendario di date ed orari, non suscettibile di modificazioni.

9) NORME REGOLAMENTARI

La manifestazione si svolge nel pieno rispetto delle disposizioni organizzative di cui alle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C. e di quelle tecniche previste dalle “Regole del giuoco e decisioni ufficiali” attualmente in vigore.

Le Società devono indicare alla Lega Nazionale Professionisti Serie A il campo di gioco principale ed uno sussidiario, che devono rispondere ai requisiti indicati nel “memorandum dei campi di gioco per l’attività agonistica ufficiale Primavera 2017/2018”.

È escluso l’obbligo dell’impianto di illuminazione.

Ogni Società deve disporre di una prima divisa da gioco, con i propri colori ufficiali, che dovrà utilizzare nelle partite interne e nelle partite esterne in cui non vi sia confondibilità di colori con la squadra avversaria, e di una seconda divisa (più eventuali altre), che deve essere notevolmente diversa ed in contrasto con la prima.

Nel caso di confondibilità dei colori delle maglie delle squadre in gara, la Società ospitata deve provvedere a sostituire le divise della propria squadra.

I colori delle divise dei portieri (maglia, pantaloncini e calzettoni) devono essere chiaramente diversi da quelli indossati dagli altri calciatori della squadra.

In ogni caso, spetta esclusivamente all’arbitro la decisione finale sull’eventuale confondibilità dei colori delle due squadre in campo. In tal caso, l’arbitro può richiedere anche alla squadra di casa di indossare altri colori.

10) PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI

a) Possono partecipare al torneo, qualunque sia il tipo di tesseramento, i calciatori nati a partire dal 1° gennaio 1999 in poi e che, comunque, abbiano compiuto anagraficamente il 15° anno di età, nel rispetto delle condizioni previste dall’art. 34 n. 3 N.O.I.F.

b) Possono, inoltre, essere impiegati in ciascuna gara della fase a Girone Unico un calciatore “fuori quota” senza alcun limite di età e due calciatori “fuori quota” nati non anteriormente al 1° gennaio 1998. Nelle fasi successive, possono essere impiegati tre calciatori “fuori quota”, i quali dovranno essere nati non anteriormente al 1° gennaio 1998. I calciatori in età ed i fuori quota possono prendere parte alle gare indipendentemente dall’attività svolta con altre squadre, facendosi con ciò espressa deroga a quanto previsto nell’art. 34 n.1 delle N.O.I.F.

c) Durante la disputa delle gare possono essere sostituiti tre calciatori per ogni squadra indipendentemente dal ruolo ricoperto. Ogni Società deve indicare sull’elenco nominativo da consegnare all’arbitro prima della gara un numero massimo di 23 calciatori, dei quali 11 iniziano la gara ed i rimanenti sono designati quali riserve.

I numeri apposti sulle maglie dei calciatori devono corrispondere a quelli indicati sugli elenchi di gara consegnati all’arbitro.

d) Tutte le Società sono tenute a trascrivere nell’elenco da presentare all’arbitro i nominativi, i numeri di tessera e i dati di nascita completi di tutti i calciatori che possono partecipare alla gara, ivi compresi quelli dei calciatori di riserva; nell’elenco stesso devono essere indicati anche i nominativi e i numeri di tessera dei dirigenti e degli altri tesserati da ammettere sul terreno di gioco.

Per i calciatori sprovvisti di tessera devono essere trascritti gli estremi del relativo documento ufficiale di riconoscimento, con indicazione dell’ente che lo ha emesso.

La dichiarazione di responsabilità per i calciatori sprovvisti di tessera valida per l’anno 2017/2018 – dichiarazione di cui al retro dell’elenco di gara – deve essere redatta nominativamente per tutti i calciatori sprovvisti di detta tessera, siano essi calciatori che partecipano alla gara dall’inizio o calciatori indicati nell’elenco medesimo quali riserve; la dichiarazione deve essere firmata dal Dirigente accompagnatore ufficiale.

Detto elenco deve, altresì, contenere l’indicazione del capitano e del vice-capitano della squadra, con le relative variazioni in caso di sostituzione dei medesimi, e deve essere firmata dal capitano e dal Dirigente accompagnatore ufficiale.

In caso di sostituzione di calciatori, la relativa dichiarazione – sottostante quella di responsabilità per i calciatori sprovvisti di tessera – deve essere completata in ogni sua parte ed essere firmata dal Dirigente accompagnatore ufficiale.

11) DICHIARAZIONE DI RINUNCIA

La Società che rinuncia alla disputa di una gara deve darne comunicazione scritta alla Lega Nazionale Professionisti Serie A ed all’altra Società entro le ore ventiquattro del quarto giorno che precede quello fissato per la gara.

La rinuncia alla disputa di una gara comporta, oltre alle conseguenze sportive e finanziarie previste dalle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C. e dal Regolamento della Lega Nazionale Professionisti Serie A, anche il pagamento delle ammende fissate come segue:

1ª rinuncia € 500,00

2ª rinuncia € 750,00

3ª rinuncia € 1.250,00

4ª rinuncia € 2.500,00 (con esclusione dal torneo)

12) SGOMBERO DELLA NEVE

Le Società sono tenute allo sgombero della neve caduta sui campi di gioco fino a 24 ore prima dell’inizio della gara.

13) UFFICIALI DI GARA

La Lega Nazionale Professionisti Serie A provvede a fare designare gli arbitri e gli assistenti degli arbitri.

14) DISPOSIZIONI DISCIPLINARI E TASSE

Per la disciplina della disputa delle gare, per l’applicazione delle sanzioni consequenziali e per le procedure dinanzi ai competenti organi, si fa riferimento a quanto previsto dal Codice di Giustizia Sportiva. Considerate le caratteristiche di brevità della Fase Finale del Campionato, la Lega Nazionale Professionisti Serie A richiede al competente Organo Federale l’abbreviazione di tutti i termini procedurali relativi ai reclami di cui sopra.

15) ASSISTENZA MEDICA

Le Società ospitanti hanno l’obbligo di fare presenziare a ciascuna gara un loro medico sociale, che possa contemporaneamente essere utilizzato sia dalla squadra ospitante sia dalla squadra ospitata. Nelle gare della Fase Finale e dei Play Off e Play Out entrambe le Società hanno l’obbligo di fare presenziare il medico sociale.

16) PREMI

Per la manifestazione in argomento vengono posti in palio i seguenti premi:

a) alla Società vincitrice del Campionato: - Coppa Campionato Primavera 1 TIM “Trofeo Giacinto Facchetti”;

- n. 30 medaglie in oro, da assegnare ai calciatori e ai tecnici della squadra.

b) Alla Società finalista:

- n. 30 medaglie in argento, da assegnare ai calciatori e ai tecnici della squadra.

17) RICHIAMI REGOLAMENTARI

Per quanto non previsto dal presente Regolamento si fa espresso richiamo agli articoli delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C., del Codice di Giustizia Sportiva e del Regolamento della Lega Nazionale Professionisti Serie A, in quanto applicabili.

18) ESTINZIONE DELLE AMMONIZIONI

Al termine della Prima Fase è prevista l’estinzione delle amonizioni che residueranno a carico dei calciatori per le gare delle fasi successive (Play Off, Play Out e Fase Finale), che saranno regolamentate in base a quanto previsto dall’art. 19), comma 12, del Codice di Giustizia Sportiva.

19) VALIDITA’

Il presente Regolamento è valido solo per la stagione sportiva 2017/2018.