Maggio 22, 2018
Daniele Matera

Daniele Matera

Redattore CalcioNazionale.it dal 2015

Risultato netto e difficile da credere. Il Milan travolge per 7-0 il Torino e accede ai quarti di finale di categoria, dove ad attenderla ci sarà la Juventus. Gara già decisa dopo la prima frazione di gioco con i rossoneri in grado di portarsi sul 4-0 all'intervallo. La ripresa è solo una formalità ma nonostante questo i ragazzi di Menghini vanno a segno altre tre volte per il definitivo 7-0. Il pass al turno successivo è stato strappato grazie alle doppiette di N'Gbesso e Bright e ai gol di Citi, El Hilali Nasti.

 

MILAN - TORINO  7-0

MILAN: Deslanches; Tirapelle (30'st Cosentino), Camara (11'st Perez), Balesini, Tonon, Citi, Tomella, Bright (30'st Luscietti), Nasti (19'st Castenetto), Polenghi (19'st El Hilali), N’Gbesso (30'st Anane). A disp.: Cella, Piccalusa, Bozzolan. All.: Misso.

TORINO: Edo; Calò, Pace, Juricic, Ordisci; Capistrano (28'st Pollice), Maugeri (28'st Ceriali), Savini; La Marca (9'st Mele), Barbieri, Jarre (22'st Bonelli). A disp.: Costamagna, Todisco, Gallazzi, Ientile, Gentile. All.: Menghini.

Marcatori: 7'pt Bright (MI), 12'pt N’Gbesso (MI), 14'pt Citi (MI), 17'pt Nasti (MI), 16'st Bright (MI), 21'st N’Gbesso (MI), 30'st El Hilali (MI).

Eliminato il Napoli che nella sfida casalinga contro il Novara perde 2-1. Beffa per la squadra di mister Chianese visto la sconfitta rimediata negli ultimi minuti di gioco. Gara che si accende e si decide tutta nella ripresa. Al 14' la squadra di casa trova il vantaggio; Moretti stende Labriola in area di rigore e per il direttore di gara è penalty. Dal dischetto va lo stesso Labriola che fa 1-0. Nulla da fare per Drago che intuisce l'angolo, ma non riesce a deviare il pallone fuori dallo specchio. L'euforia degli azzurri dura pochissimo perché al 18' Paroutis fa 1-1. L'attaccante di mister Terni parte sul filo del fuorigioco e con grande freddezza supera Zagari. Nel finale arriva l'epilogo amaro per i partenopei. Al 39' Sgarbi fallisce il colpo del k.o. e un minuto più tardi la difesa pasticca; Zunno viene atterrato in area di rigore e viene concessa la massima punizione. Dagli undici metri va Zunno che non sbaglia. Vittoria e passaggio del turno al Novara.

Daniele Matera 

NAPOLI - NOVARA  1-2

NAPOLI: Zagari, Gaeta, Salimbe, Esposito A., Mariani (41'st Giliberti), Massa, Caiazzo, Esposito G.(1'st 19 Guadagni G.), Esposito D.(9'st Guadagni C.), Labriola, Sgarbi. A disp.: Mancino, D’Ausilio, Carbone, Granata, Esposito S., Fibiano. All.: Chianese.

NOVARA: Drago, Arcidiacono, Amoabeng, Giugno, Moretti, Renolfi (39'st Adriolo), Beretta, Sozzani, Paroutis, Pereira (1'st Reinado), Zunno. A disp.: Galli, Poma, Pinto, Babieri, Baiardi, Brucoli, Bellocci. All.: Terni.

Marcatori: 15’st Labriola rig. (NA), 18’st Paroutis (NO), 40’st Zunno rig. (NO).

Il Benevento si impone per 1-0 sul Cagliari e passa al turno successivo. La squadra di Bovienzo mette in campo una prestazione d'orgoglio e supera i rossoblù grazie al gol di Peluso al 31' del primo tempo. Ora gli stregoni dovranno attendere il 20 maggio per sapere l'avversaria, che uscirà dalla sfida tra Genoa e Frosinone.

BENEVENTO - CAGLIARI   1-0

BENEVENTO: Carriero, Gargiulo, De Siena, Russo (20'st De Rosa), Di Ronza (28'st Credentino), Pastina, Mancino, Mirante, Di Serio, Dublino (34'st Peluso C.), Peluso. A disp.: Stasi, Ruggiero, Landolfi, Strianese, Onda, Garofalo. All.:Bovienzo.

CAGLIARI: Cabras, Pici, Cancellieri, Corda, Carboni, Boccia, Mula (20'st Manca), Dore (6'st Acella), Cannas, Marigosu (38'st Cusumano), Contini. A disp.: Piga, Zedda, Cossu, Ledda, Vinci, Pinna. All.: Melis.

Marcatori: 31'pt Peluso (BE)

Tempo di verdetti nel campionato Primavera 2. Nel 'Girone B' è il Palermo a strappare la promozione nel campionato Primavera 1 grazie al pareggio per 1-1 in casa del Cagliari. Rossoblu che si arrendono nel finale e ora si giocheranno la promozione nei play-off visto la seconda posizione ottenuta. Dietro di lei il quadro lo completano Ascoli e Bari. Entrambe le formazioni non vanno oltre il pari. La squadra bianconera sbatte sulla Salernitana, ma il punto conquistato al fotofinish gli permette di qualificarsi come terza nel raggruppamento. Se pur con gli stessi punti, il Bari chiude in quarta posizione la regular season. Il pareggio per 1-1 contro il Benevento, mette i galletti di fronte al Cesena nello scontro play-off. Nessuna sorpresa dunque nel 'Girone B' che si chiude con le vittorie di Foggia, Pescara e Frosinone. I pugliesi battono con un rotondo 3-0 il fanalino di coda Avellino e chiudono la stagione con 28 punti, superando in un colpo solo Salernitana e Benevento. Rotondo 3-0 anche per il Pescara contro il Crotone. Vittoria interna per i canarini del Frosinone che tornano ai tre punti contro il Perugia.

Cala il sipario sul campionato Primavera 2. Non sono mancate le sorprese nel 'Girone A' dove al fotofinish la SPAL perde il passo e consente allo Spezia di qualificarsi ai play-off. La squadra ligure grazie al 2-1 sull'Empoli ottiene la quarta posizione in classifica, scavalcando la SPAL fermata per 2-1 sul campo della Virtus Entella. Sconfitta che non cambia le sorte dell'Empoli, visto che sotto di lei il Cesena non centra la vittoria. I bianconeri non vanno oltre il pari per 1-1 contro il Parma. Il gol nei minuti di recupero di Garni per i gialloblu, condanna la formazione di Rivalta ai play-off contro il Bari. Nessun problema invece per il Novara, che con la promozione in tasca è andata a vincere anche contro il Brescia per 2-1. Chiudono il campionato con una vittoria anche la Cremonese, 2-1 al Carpi, e il Venezia, 4-3 alla Pro Vercelli.

C'è chi festeggia il primato in classifica, l'Atalanta, e chi teme il peggio, il Bologna. Nella 28a giornata di campionato Primavera 1 la squadra di Brambilla si impone per 3-2 e ottiene la settima vittoria consecutiva. I 62 punti in classifica regalano alla Dea la matematica del primo posto con due giornate d'anticipo. Situazione completamente opposta per i rossoblu che ora si trovano al penultimo posto e a -3 dalla zona play-out. Gara che inizia bene per i padroni di casa grazie al gol in avvio di match di Stanzani. I bergamaschi non ci stanno e prima del ventesimo pareggiano con Zanoni. Nella ripresa la forza dell'Atalanta esce fuori e nel giro di pochi minuti porta il parziale sul 3-1, grazie ai gol di Colley e Colpani. Inutile il gol del 3-2 di Pattarello per il Bologna prima del triplice fischio.

BOLOGNA - ATALANTA  2-3

BOLOGNA: Ravaglia, Mantovani, Frabotta, Ghini, Brignani, El Kaouakibi, Stanzani (63’ Djibril), Cozzari, Mutton (73’ Uhunamure), Kingsley (24’ Pellacani), Pattarello. A disp.: Bruzzi, Cassandro, Lidin, Balde, Ruffo Luci, Barnabà, Portanova, Pirreca All.: Troise.

ATALANTA: Carnesecchi, Zortea, Zanoni, Rizzo Pinna (76’ Chiossi), Alari, Salvi, Peli (68’ Elia), Colpani, Latte Lath (89’ Da Riva), Mallamo, Colley. A disp.: Piccirillo, Cavalli, Bencivenga, Girgi, Carminati, Isacco, Nivokazi, Cambiaghi. All.: Brambilla.

Marcatori: 7’ Stanzani (BO), 19’ Zanoni (AT), 63’ Colley (AT), 68’ Colpani (AT), 75’ Pattarello (BO)

Tre punti preziosi ottenuti per l'Hellas Verona che in trasferta si impone per 3-1 sul Sassuolo. La squadra di Porta, torna alla vittoria dopo due turni e stacca il Bologna di tre punti. I gialloblu, terzultimi, vedono la salvezza diretta distante 2 punti a due giornate dal termine. Gara che non si mette nel migliore dei modi visto che al 17' è Mota a sbloccare il match per i padroni di casa. La risposta dell'Hellas Verona si fa registrare dopo dieci minuti con Amayah, che pareggia i conti. Nella ripresa gli stimoli dei veneti vengono fuori e prima Tupta e dopo Stefanec portano il risultato sul definitivo 3-1.

SASSUOLO - HELLAS VERONA  1-3

SASSUOLO : Satalino; Piacentini, Celio, Rossini (15'st Joseph), Farabegoli, Celia; Franchini, Ghion, Viero (32'st Marini); Cappa (9'st Aurelio), Mota, Raspadori. A disposizione: Vlas, Fasolino, Pilati, Ahmetaj, Mattezzoli, Aurelio, Denti, Diaw, Amadio. All.: Tufano.

HELLAS VERONA: Borghetto; Cherubin, Baniya, Kumbulla, Galazzini; Stefanec, Felippe (43'st Fiumicetti), Saveljevs; Amayah (30'st Dentale), Tupta, Buxton (40'st Aloisi). A disposizione: Bianchi, Nigretti, Calabrese, Plaka, Righetti, Toccafondi, Sane. All.: Porta.

Marcatori: 17'pt Mota (SA), 28'pt Amayah (HE), 21'st Tupta (HE), 32'st Stefanec (HE).

Arrivano i primi verdetti del campionato Primavera 1, con la Lazio che esce sconfitta per 1-0 contro la Sampdoria e retrocede in Primavera 2. Tre punti d'oro per la squadra di Simone Pavan che ora si porta a +4 dalla zona che scotta. Il gol vittoria lo firma Oliana al 13' del primo tempo con un imperioso colpo di testa. Biancocelesti che dunque subiscono la diciassettesima sconfitta stagionale e retrocedono con due giornate d'anticipo. 

LAZIO - SAMPDORIA  0-1

LAZIO: Alia; Kalaj, Silva, Baxevanos; Spizzichino (80′ Lukaj), Javorcic (56′ Miceli), Jordao, Aliaj, Falbo; Neto, Al-Hassan (7′ Maloku). A disp.: Furlanetto, De Angelis, Petricca, Spoletini, Battistoni, Bari, Spurio, Cerbara. All.: Valter Bonacina.

SAMPDORIA: Krapikas; Romei, Veips, Mikulic, Oliana; Tessiore, Pastor, Gabbani, Tomic (77′ Perrone); I. Balde (87′ Cabral), E. Baldè. A disp.: Hutvagner, Piccardo, Doda, Ferrazzo, Ejjaki, Soomets, Cappelletti, Curito, Gomes. All.: Simone Pavan.

Marcatori: 13′ Oliana (SA).

Tre punti importanti per la Roma di Alberto De Rossi che di assicura i play-off con due  giornate d'anticipo. Prima occasione del match in favore dei giallorossi con il calcio di punizione di Corlu sventato prontamente da Pavoni. I padroni di casa rispondono con la stessa moneta e al 20' è Vignato ad andare vicinissimo al gol del vantaggio ma Romagnoli con un guizzo salva i capitolini. Gara che non ha ritmi di gioco insostenibili e per questo si deve attendere il 30' per rivedere qualcosa di interessante. La Roma manovra bene con Bouah sulla destra, il pallone arriva per Besuijen che trova Corlu, ma il sinistro del numero dieci si spegne tra le braccia di Pavoni. Prima del duplice fischio è la formazione di Alberto De Rossi ad avere la possibilità di rompere gli equilibri; Besuijen viene pescato da Sdaigui ma il tiro del numero undici viene respinto con i piedi dal portiere gialloblu.

Nella ripresa il Chievo Verona parte forte ma Romagnoli salva prima su Vignato e poi su Kaleba. Al 60' la Roma risponde e si divora il vantaggio con Sdaigui, che servito da Bouah, centra il palo a porta completamente sguarnita. I giallorossi quando vanno avanti fanno male e al 70' trovano il gol che sposta gli equilibri. Besuijen colpisce dal limite dell'area la palla si stampa sul palo, ma sulla ribattuta è lesto Celar che di potenza trafigge Pavoni. I padroni di casa non hanno reazioni e così la Roma prende campo e trova il raddoppio. Coccia recupera un pallone sulla trequarti, lo serve a Besuijen che dalla sinistra trova un cross per la testa di Sdaigui che senza problemi spinge in rete. Inutile il tentativo di parata di Pavoni, che interviene quando il pallone aveva già varcato la linea di porta. Giallorossi che con la vittoria ottenuta sul campo del Chievo, guadagnano un posto ai play-off.

Daniele Matera

CHIEVO VERONA - ROMA  0-2

CHIEVO VERONA (3-4-3): Pavoni, Tanasijevic, Kaleba, Bran; Pavlev, Di Masi, Danieli (73' Rabbas), Zuelli; Juwara, Vignato, Isufaj (64' Rovaglia). A disp.: Zanchetta (GK), Barellini, Enyan, Omayer, Rivi, Pedroni, Gianola, Karamoko, Caprile, Glarey. All.: Prina.

ROMA (4-3-3): Romagnoli; Bouah, Diallo Ba (70' Coccia), Cargnelutti, Valeau; Meadows, Marcucci, Sdaigui; Corlu (74' Pezzella), Celar, Besuijen. A disp.: Greco, Santese, Truşescu, D'Orazio, Petrungaro, Meo, Ganea, Masangu, Zamarion. All.: De Rossi.

Marcatori: 70' Celar (RO), 81' Sdaigui (RO)

Note: -Ammonito Bran, Danieli, Di Masi (CV) e Meadows (RO)

Nessun gol nella sfida tra Napoli e Inter. Punto che sicuramente fa più comodo alla formazione partenopea che in chiave salvezza supera di un punto l'Udinese, sconfitta per 2-0 dalla Juventus. Secondo passo falso invece per i nerazzurri che dopo la sconfitta a sorpresa con la Lazio, non riescono a trovare la vittoria nemmeno contro il Napoli di Beoni. Ora per la squadra di Vecchi si complica l'accesso diretto alle semifinali, visto che dietro di lei non molla la Roma. Sarà importantissimo il risultato del posticipo tra Milan e Fiorentina, con i viola che hanno la possibilità di portarsi a -1 dall'Inter.

NAPOLI - INTER    0-0

NAPOLI: Schaeper; Mezzoni (89' Zanoli),Senese, Marie-Sainte, Manzi, Scarf; Otranto, Vecchione, Gaetano; Zerbin (84' Basit); Leandrinho (75' Palmieri). A disp: D’Andrea, Bartiromo, Esposito, Coglitore, Micillo, Energe, Sgarbi, Marino. All.: Beoni.

INTER: Pissardo; Zappa, Bettella, Lombardoni, Sala; Pompetti, Gavioli, Schirò, Danso (62' Colidio); Merola (72' Adorante), Belkheir (84' D’Amico). A disp: Dekic, Grassini, Valietti, Van der Eynden, Nolan, Corrado, Brignoli, Visconti. All.: Vecchi.

Pagina 1 di 11

Ultimi Tweets

#Giovanili #Under17SerieAeB #Under16SerieAeB #PlayOff https://t.co/yGFSrGu06e
#CampionatoPrimavera #Primavera1TIM #LegaSerieATIM #PlayOff #PlayOut https://t.co/K9kzXEAWEw
#Under15SerieAB #Under15 #GiovanissimiNazionali il VIDEO di AS Roma - Atalanta Bergamasca Calcio 1-0 https://t.co/BL1nkYZyme
Follow Calcio Nazionale on Twitter