Gennaio 17, 2019

Alessandro Grandoni

Ecco le pagelle della formazione granata dopo la sfida odierna del campionato Primavera contro l'Atalanta

TORINO: 

Gemello 6: fa sempre buona guardia, non può fare molto in occasione dei due gol, anche se nel secondo ci mette le mani. Per il resto sempre grande attenzione e concentrazione. 

Gilli 6,5: ottimo lavoro in fase difensiva, contiene Cambiaghi con ordine e precisione. Buona gara. 

Enrici 6: come il suo compagno, sulla parte sinistra gioca una gara di qualità, limitando le sortite offensive ma coprendo ogni spazio. Dal 64' Ambrogio 6: da manforte alla squadra in fase difensiva. 

Ferigra 6,5: sempre la solita grande attenzione, cresce con il passare dei minuti. Ottimo sia in fase di marcatura che in anticipo. 

Onisa 7: ha il grandissimo merito di inserirsi nel momento giusto e battere Carnesecchi per il due a uno che riapre la contesa. Ordine e geometrie in mezzo al campo. 

Sportelli 6,5: buona gara, attento e ordinato, lascia poco spazio al suo diretto avversario. 

De Angelis 6,5: partita di grande sostanza in mezzo al campo, pressa, contrasta e riparte da centrocampista moderno. 

Adopo 6,5: realizza un gol, serve a Onisa un gran pallone per il due a uno, decisivo nei momenti che contano. Poi tanta quantità. 

Rauti 6,5: mette a segno un gol importante, si muove, pressa e dà una mano alla squadra. Giocatore importante. 

Kone 6: non riesce a brillare come in altre circostanze, prova a dare brio alla manovra, rischia nella ripresa con un intervento da dietro che potrebbe costargli caro. Dal 64' Murati 6: pressa e contribuisce alla fase di non possesso del Toro. Dall'85' Capone SV

Millico 6: non segna ma va vicinissimo al gol che potrebbe chiudere la contesa, solo un grande intervento di Carnesecchi gli nega il gol. Si muove e si rende pericoloso con un paio di iniziative personali. Dal 76' Petrungaro SV

Gara dalle mille emozioni, come sempre, quella tra Atalanta e Torino. Dopo una fase di studio l'Atalanta mette a segno un fantastico uno-due con le reti di Zortea e Piccoli per il due a zero. La gara sembra essersi incanalata ma il Toro è bravo a rientrare nel match con la rete di Onisa che raccoglie un suggerimento di Adopo e in spaccata sigla il due a uno. Passano altri tre minuti ed arriva il 2-2 siglato da Rauti, bravo a farsi spazio in area, mentre al 37' è la volta di Adopo che trova lo spazio in area e mette in rete l'incredibile 2-3. Nella ripresa la formazione di casa prova il tutto per tutto, spinge ed all'86' arriva la rete del 3-3, siglata da Piccoli che approfitta di una disattenzione dei granata. 

L'Atalanta, con questo pareggio, tiene la testa della classifica con 3 punti di vantaggio sul Torino,a cui resta il rammarico per l'impresa sfiorata. 

 

ATALANTA - TORINO  3-3

ATALANTA: Carnesecchi, Zortea, Brogni (58’ Traore), Del Prato, Okoli, Guth (85’ Babbi), Peli, Colpani, Piccoli, Kulusevski, Cambiaghi (58’ Colley). A Disp. Ndiaye, Corna, Bencivenga, Girgi, Gyabuaa, Capanna, Da Riva, Nivokazi, Pina Gomes. All. Massimo Brambilla.

TORINO: Gemello, Gilli, Enrici (64’ Ambrogio), Ferigra, Onisa, Sportelli, De Angelis, Adopo, Rauti, Kone (64’ Murati)(85’ Capone), Millico (76’ Petrungaro). A Disp. Fasolino, Potop, Samake, Isacco, Djoulou, Gonella, Trombini, Moreo. All. Federico Coppitelli.

ARBITRO: Natilla di Molfetta.

MARCATORI: 25’ Zortea (A), 26’ Piccoli (A), 31’ Onisa (T), 36’ Rauti (T), 38’ Adopo (T), 86' Piccoli (A)

Ecco le pagelle dell'Atalanta Primavera dopo la gara con il Torino:

Carnesecchi 6: non ha particolari colpe in occasione dei gol granata, cerca di fare il possibile. 

Zortea 6,5: ha il grande merito di mettere a segno il gol dell'uno a zero, ottimo in fase di proposizione, non sempre perfetto in quella difensiva. 

Brogni 6: gara di ordinaria amministrazione , non si vede molto in avanti, in difesa copre la sua zona di competenze. Nella ripresa esce per cambiare modulo in avanti. Dal 58’ Traore 6,5: da brio alla manovra offensiva atalantina sfiorando in un paio di occasioni il gol. 

Del Prato 6: protegge la difesa, cerca di distribuire il pallone con precisione. 

Okoli 5,5: qualche distrazione di troppo nel primo tempo, quando il Torino in cinque minuti riesce a ribaltare il risultato. Lascia troppo spazio agli avanti granata. 

Guth 5,5: come il suo compagno di reparto non è sempre perfetto in fase difensiva. Deve migliorare. Dall'85' Babbi SV

Peli 5,5: non riesce ad incidere come vorrebbe, il Toro difende con ordine e per lui è difficile trovare spazi. 

Colpani 6: non brilla come in altre occasioni ,complice anche il grande pressing granata in mezzo al campo. Nella ripresa le azioni passano quasi tutte da lui ma l'Atalanta trova pochi spazi. 

Piccoli 7: segna un gran gol per il due a zero, è una spina nel fianco della difesa ospite. Nella ripresa cala, con il Toro che si stringe e per lui diventa difficile trovare gli spazi del primo tempo, poi nel finale il guizzo da grande giocatore che vale il 3-3. 

Kulusevski 6,5: uno dei migliori dei suoi, nel primo tempo dà sempre grande qualità alla manovra offensiva come in occasione del primo gol che parte da una sua invenzione. Cala con il passare dei minuti. 

Cambiaghi 5,5: poca incisività in avanti, sbaglia la misura di qualche suggerimento. Brambilla nella ripresa preferisce altre soluzioni.  Dal 58' Colley 5,5: poco spazio e poche iniziative, non riesce ad entrare bene nel match. 

Ecco le parole di Tommaso Farabegoli, difensore classe '99 della Primavera della Sampdoria, rilasciate sul canale Youtube della società: "

"Dopo il fallimento del Cesena sono rimasto senza squadra per qualche settimana, ma il 24 luglio ho chiuso la trattativa con la Sampdoria e sono felicissimo. Con il mister ho un ottimo rapporto, ci sono squadre molto forti, ma non ci sentiamo inferiori a nessuno. Ho iniziato a giocare a calcio a 8 anni perché lo facevano gli amici. In seguito si è trasformata in una passione: a 12 anni ho fatto il provino al Cesena, passandolo subito e dalla Primavera sono passato alla prima squadra. Da piccolo ero un centrocampista centrale poi mi hanno spostato in difesa. Ricopro il ruolo di difensore centrale e lì mi esprimo al meglio. Perticone è stato il mio modello al Cesena, oggi alla Samp mi ispiro a Tonelli. Della Samp già conoscevo Regini e Defrel che hanno giocato a Cesena”. Amo i tatuaggi perchè mi piacciono molto, fortunatamente ho avuto l'ok dai miei genitori. A tre anni è sorto il diabete, ho fatto sacrifici e grazie alla mia famiglia l'ho vissuta nel migliore dei modi ed ora riesco a gestirlo da solo. Devo ringraziare la mia famiglia per questo".

Questi sono alcuni passaggi, qui sotto il video completo: 

Lunedì 17 sarà una giornata importante anche per la Primavera della Roma, oltre che per la prima squadra. Sono infatti in programma i sorteggi degli spareggi per la Youth League, a cui la Roma ha accesso dopo la vittoria per 4-2 in casa del Viktoria Plzen. Tra le possibili avversarie molte formazioni alla portata e qualche spauracchio. La Roma, infatti, potrà affrontare una tra: Chelsea, Dinamo Zagabria, Dinamo Kiev, Herta Berlino, Midtjylland, PAOK e Sigma Olomouc.

Sconfitta per 4-2 per la Juventus di Baldini in Youth League con lo Young Boys. Ecco le parole del tecnico: "E’ vero, questa partita ha regalato qualche cosa di buono, e c’è stata la possibilità di far fare esperienza a chi ne aveva avuto meno opportunità. I ragazzi, però, devono sapere che il logo che portano sul petto richiede di mantenere un livello alto, sempre, in ogni allenamento e in ogni partita. Pertanto i cali di concentrazione non sono ammessi. Voglio di piùEra importante passare questo turno europeo, le nostre possibili avversarie sono grandi squadre. Adesso però voglio finire bene il 2018, ci sono partite di alto livello che ci aspettano»

L'Inter Primavera non è riuscita nell'impresa di passare il turno in Youth League nonostante il 3-0 inflitto al PSV.

Ecco le parole di Facundo Colidio, uno dei giocatori più importanti dei nerazzurri, ai microfoni di Inter TV: "Abbiamo disputato una grandissima partita, una delle migliori di questa stagione. E’ stato un bel percorso e ci portiamo dentro l’esperienza maturata. Penso che il match di oggi ci porti a guardare ai prossimi impegni di campionato con serenità per ottenere più punti possibili“.

Problema per Kevin Buonavoglia, elemento del Torino Primavera. Come riporta Toro News il giocatore ha avuto delle complicazioni dopo un'influenza e si sospetta una miocardite. In via precauzionale il giocatore dovrà sottoporsi nuovamente alle visite di idoneità sportiva. Il giocatore, classe 2001, ha finora disputato 4 gare in maglia granata in questa stagione. 

Assoluto protagonista della vittoria contro il Viktoria Plzen, Alessio Riccardi ha parlato al termine della partita. 

2 gol e mezzo. Una vittoria che la squadra voleva.
"Sì, una partita che volevamo vincere assolutamente, anche per l'episodio avvenuto all'andata con Riccardo Calafiori. Lo abbiamo fatto soprattutto per lui. I due gol sono per lui". 

Oggi è uscito fuori anche il vostro grande carattere.
"Sì, sul 2-3 siamo stati una grande squadra, compatta, abbiamo sofferto fino alla fine e poi su una ripartenza, il calcio è così, per una volta anche per noi, abbiamo chiuso la partita".

Sul 2-1 un secondo di scoraggiamento, poi vi siete ripresi.
"Abbiamo fatto una grande partita nei primi 30 minuti e abbiamo preso il pareggio e il 2-1. Poi abbiamo subito pareggiato e siamo riusciti a incanalare la partita".

Ti trovi bene anche da esterno.
"Sì mi trovo bene. Non importa, anche da esterno. L'importante è portare a casa la vittoria, sempre".

Oggi potevi anche giocare con la prima squadra. Grande aiuto da parte tua.
"Quello sarà nel futuro. Oggi era importante vincere e passare il turno".

Ora bisogna reagire in campionato.
"Ora mettiamo da parte la Youth League e pensiamo al campionato, che è la cosa più importante".

Dopo la vittoria in Youth League sul Viktoria Plzen, ecco le parole di Alberto De Rossi, tecnico della Primavera della Roma al canale tv ufficiale giallorosso. 

Bisogna fare i complimenti a tutti, in primis allo staff medico che ci ha permesso di recuperare un paio di giocatori che non stavano bene, devo sottolineare l'attaccamento di tutta la panchina, hanno dato sostegno a chi è sceso in campo, è una vittoria meritata e sofferta ma voluta da tutti. Durante la partita è accaduto di tutto, ma quando la squadra si esprime in questa maniera non abbiamo problemi. Alcune volte ci crogioliamo nelle nostre qualità tecniche e siamo poco concreti. La difesa? La fase difensiva la devono fare tutti, ci deve essere un cambiamento di mentalità perché non dobbiamo prendere tutti questi gol, è vero che giochiamo molto spregiudicati, noi continuiamo a formare i nostri ragazzi e se giochiamo tutti arroccati dietro non va bene e non lo faremo mai, però dobbiamo cercare di stare dentro la gara, era un match da dentro o fuori e abbiamo messo tutte le nostre qualità. Ci teniamo stretta questa qualificazione, questa squadra da gennaio in poi deve cambiare, ne ho parlato con i ragazzi, dobbiamo essere più squadra, tanti giocatori andranno via a giugno ma dove andranno non gli permetteranno di prendere tutti questi gol”.

Ultimi Tweets

Under 15 Serie A-B: programma gare, orari e date della 15° giornata https://t.co/irx05IFumA
Under 16 Serie A-B: programma gare, orari e date della 15° giornata https://t.co/Umc7q0n78G
Under 17 Serie A-B: programma gare e orari della 15° giornata https://t.co/OeGmEc4Rpy
Follow Calcio Nazionale on Twitter
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok