Agosto 26, 2019

Alessandro Grandoni

Ecco le parole del tecnico della Primavera del Genoa Chiappino dopo la prima parte del ritiro, come riporta il sito buoncalcioatutti.it :

Abbiamo visto i ragazzi uscire dal campo stanchi ma tutti sorridenti e felici, che Primavera sta venendo fuori? 

“Adesso siamo ancora in una fase di costruzione, rispetto all’anno scorso sono andati via dei giocatori, ne sono arrivati altri. Ci sono dei ragazzi che conosciamo bene perché hanno fatto gran parte dell’attività sportiva con noi. Bisogna lavorare, mettere a posto alcune cose e riprendere un po’ di fiducia. È innegabile che quelli arrivati dall’anno scorso qualche scoria se la possono portare dietro.”

Abbiamo visto un gruppo molto coeso, nonostante ci siano ragazzi di tutte le nazionalità la comunicazione in campo arriva sempre diretta 

“Voglio che i nostri ragazzi abbiano la capacità di comunicare: ci sono degli stranieri che devono imparare a parlare e a capire l’italiano perché quando c’è bisogno di comunicare con loro in campo la comunicazione deve essere diretta, veloce. Non si può pensare di parlare in inglese, francese, spagnolo. Loro sono venuti a giocare in Italia ed è giusto che imparino l’italiano: se noi dovessimo andare a fare un’attività all’estero siamo noi che dobbiamo imparare a comunicare nella loro lingua, e questa è una cosa che devono imparare a fare. I ragazzi mi stanno aiutando, sanno che con determinati giocatori, ad esempio Cleonise, devono parlare solo italiano: è un anno che è con noi e deve imparare a parlarlo.”

Sono tornati tanti ragazzi dell’Under 17 di due stagioni fa, dove dominò la partita di Zingonia (contro l’Atalanta, ndr). Sono ragazzi che sanno bene cosa vuol dire vestire la maglia del Genoa 

“Assolutamente si, questa per noi era un’esigenza e un’opportunità. Non dimentichiamo che in questo gruppo c’era anche Verona, che a Zingonia non giocò perché non stava bene. È con noi da tre anni. È rientrato Piccardo dal prestito all’Albissola. Per noi è importante avere ragazzi dentro alla squadra che possano trasmettere agli altri quello che intendiamo: il nostro modo di lavorare, di partecipare alla vita della società. Si devono sentire parte integrante di un gruppo, perciò devono vivere la nostra società a 360 gradi: non va bene che arrivino al campo facciano allenamento e vadano via, oppure facciano una partita e il loro stato d’animo sia lo stesso sia che tu abbia vinto o meno. Devono sentire la necessità e il peso di portare una maglia così importante addosso, perché la maglia del Genoa è una maglia importante e loro devono avere rispetto di questa.”

Che campionato di Primavera 1 sarà il prossimo?

“Un campionato tosto, ancora più complicato: con i cinque fuori quota diventa davvero una seconda squadra. Tranne la Juventus che ha l’Under 23, le seconde squadre delle altre società sono le selezioni Primavera. Cinque fuori quota sono davvero tanti, quasi il 50% della squadra. Diventa davvero un campionato difficile. Tra i fuori quota abbiamo pensato di tenere con noi due ragazzi cresciuti con noi perché abbiamo bisogno che loro spronino tutti gli altri. Quelli che sono rimasti dell’anno scorso devono avere un senso di rivalsa e dimostrare che quanto successo l’anno scorso sia stato un incidente di percorso che poteva capitare: sono stati fatti degli errori, devono dimostrare che hanno imparato da essi e hanno la possibilità di rifarsi. Tutti i nuovi, compreso il sottoscritto che è al Genoa da tanti anni, devono dimostrare che la società ha fatto bene a sceglierci. Perciò per tutti noi diventa un campionato davvero importante”.

La Juventus Primavera batte il Borgosesia (Serie D) in amichevole per 4-1. Protagonista dell'incontro Sene, autore di una doppietta, con Da Graca e Bernardo che hanno infine portato a quattro le marcature totali dei bianconeri.

Di seguito il tabellino dell'incontro: 

 

JUVENTUS PRIMAVERA - BORGOSESIA  4-1

Reti: 4’ Sene (J), 14’ Penner (J), 29’ Sene (J), 63′ Da Graca (J), 66′ Bernardo (B).

Juve Primavera: Garofani, Leo, Verduci, Leone, Vlasenko, Gozzi, Penner, Ahamada, Sene, Moreno, Stoppa. Sub. Raina, Bandeira, Anzolin, Francofonte, Fagioli, De Winter, Abou, Lipari, Petrelli, Da Graca, Fiumano. All. Zauli

Borgosesia: Martignoni, L. Iannacone, Renolfi, Canessa, Mussa, Saltarelli, Matera, Rastello, Tampellini, Pagliaro, Tagliapietra. Sub. Galli, Garbarino, Dappiano, Ferrando, Tonoli, Bartolini, Cirigliano, Mancuso, Muzzi, Bernardo, G. Iannacone. All.Didu

Colpo in attacco per la Viterbese. L'ex stella della Lazio Primavera di qualche stagione fa, il classe 1996 Mamadou Tounkara, si trasferisce infatti alla Viterbese a titolo definitivo. Per lui un contratto di due anni con la società gialloblù. 

Vittoria in amichevole per l'Udinese Primavera che batte l'ND Gorica per due a uno nel ritiro di Ampezzo. I friulani, dopo essere passati in svantaggio per la rete di Basholu all'8' del primo tempo, riescono a ribaltare il risultato con le reti di Ianesi al 20' e di Bocic cinque minuti più tardi, per il due a uno finale. Soddisfatto il tecnico Cristante, come riporta mondoudinese.it :

"Si chiude di fatto il ritiro di Ampezzo. Con la squadra abbiamo lavorato tanto e in maniera intensa. Della partita di oggi mi è piaciuto l’atteggiamento dei ragazzi e il modo come la squadra abbia girato nell’arco dei 90 minuti contro una formazione compatta e rognosa. Soddisfatto dell’andamento della partita perché i ragazzi hanno applicato nel match quello che di solito proviamo in allenamento. Tutti i giocatori in rosa hanno dato segnali di maturità dimostrando di avere la giusta cattiveria agonistica per affrontare la nuova stagione. Colgo l’occasione per ringraziare la comunità di Ampezzo che ci ha permesso di lavorare in serenità e in un posto tra l’altro bellissimo”. 

 

FONTE TABELLINO: mondoudinese.it

 

UDINESE-ND GORICA 2-1

UDINESE (4-3-3): Carnelos (1’st Piana); Tassotti (1’st Rigo), Aviani (1’st  Cucchiaro), Biancon (1’st Comisso), Parpinel (10’st Basha);  Ballarini (1’st Zebrauskas); Pecos Melo (1’st Beak), Palumbo (1’st Fedel); Renzi (1’st Del Fabbro), Bocic (1’st Codromaz), Ianesi (1’st Cum). A disp. Moretti. All. Cristante

ND GORICA (4-2-3-1): Valecic, Persic, Petrovsek, Fornazaric, Bresani, Audibasic, Basholu, Lsutic, Polanc, Zesen, Hubisar. A disp. Polssak, Behie, Vidmar, Rosu, Dodgornik, Perfetto. All. Kolman

Marcatori: 8′ Basholu (G), 20’pt Ianesi (U), 25’pt Bocic (U)

Poker dell'Atalanta Primavera al Ponte San Pietro, società affiliata ai nerazzurri. Protagonista assoluto dell'incontro l'attaccante Colley, aurore di una tripletta distribuita tra il primo e il secondo tempo. In apertura ci aveva pensato Cambiaghi a sbloccare l'incontro al 20'. I nerazzurri torneranno ora in campo mercoledì 14 agosto contro il Verona Primavera, mercoledì 21 contro l'Inveruno (Serie D) e sabato 24 agosto contro la formazione Berretti della Cremonese. 

Di seguito il tabellino con le formazioni e i marcatori del match: 

 

PONTE SAN PIETRO - ATALANTA  0-4

PONTE SAN PIETRO (4-4-2): Pennesi; P. Mosca, Simonetto, Solcia, Zambelli; Rusconi, Trajkovic, Ruggeri (cap.), Solati; Valente, Capelli. Cambi: Carrara, Savi, Torelli, Noris, Ferrati, A. Mosca, Merati, Zenoni, Gregis, Rota, Ametrano, Corti. All.: Giacomo Mignani.

ATALANTA (4-3-3): Gelmi; Ghislandi, Okoli, Guth, Brogni; Gyabuua, Cortinovis, Colley; Traore, Piccoli, Cambiaghi (cap.). Cambi: Ndiaye, Bergonzi, Milani, Cittadini, Finardi, Signori, Sidibe, Italeng. All.: Massimo Brambilla.

Arbitro: Malerba di Sesto San Giovanni (Longoni di Seregno, Maderna di Lodi).

MARCATORI: 20′ pt Cambiaghi (A); 21′, 29′ e 43 st Colley (A).

La Nazionale Under 18 effettuerà un doppio test amichevole a Roma contro i pari età della Serbia, ultima tappa prima del collegiale in preparazione alla Coppa del Mondo FIFA Brasile 2019.

I ragazzi guidati da Carmine Nunziata scenderanno in campo sabato 7 settembre al “Francesca Gianni” (orario da confermare), e lunedì 9 settembre al “Tre Fontane” (calcio d’inizio ore 14.30). Nel quadro del programma di avvicinamento alla rassegna iridata, gli Azzurrini sono reduci dal doppio vittorioso impegno amichevole contro Slovenia, sconfitta per 3-1 a Sezana, e 3-0 a Gradisca d’Isonzo.

FONTE: figc.it

E’ la Spal a vincere l’incontro inaugurale della 51^ edizione del Torneo Nazionale di Calcio “Città di Vignola”, categoria Primavera. I ferraresi battono il Parma per 2-1 e in Semifinale affronteranno la vincente della sfida tra Fiorentina e Chievo Verona, in programma lunedì prossimo 12 Agosto 2019. Primo tempo di grande intensità, seconda frazione di gioco più combattuta a livello fisico con il risultato in bilico fino all’ultimo istante di gioco. Partono meglio i gialloblù: al 5’ Balogh si libera nei pressi del limite dell’area, ma il suo rasoterra è preda di Meneghetti. Al 10’ Cannistrà sbaglia un disimpegno difensivo, Napoletano conquista palla e, dal limite, scocca un tiro in direzione del sette, ma il portiere si supera deviando in corner. Al 14’ doppia occasione per la Spal; bel tiro di prima intenzione di Cuellar, respinto da Corvi, sulla ribattuta Minaj di testa appoggia la sfera tra le braccia del portiere. Due minuti più tardi è Iskra a sfiorare il palo con bel rasoterra. Al 21’ Spal in vantaggio con un tiro di Tunjov dai venticinque metri che si infila sotto l’incrocio dei pali alle spalle dell’incolpevole Corvi. Al 25’ immediato pareggio del Parma con una ripartenza che vede protagonista Napoletano che scatta sul filo del fuorigioco, scarta Meneghetti, ed appoggia la palla in fondo alla rete. Al 28’ cross dalla fascia destra di Iskra, testa di Coulange, palla alta sopra la traversa. Al 34’ bella azione manovrata del Parma conclusa con un diagonale di Napoletano che risulta lento e Meneghetti in tuffo si impadronisce senza problemi del pallone. Al 42’ azione personale di Cuellar che supera un paio di avversari, ma al momento di concludere la sfera è deviata da un difensore Crociato in corner.

Passa un solo della difesa e Napoletano, in scivolata, impegna Meneghetti. Al 3’ st torna in vantaggio la Spal: Babbi scavalca con un pallonetto Corvi e ribadisce in rete spedendo la palla sul primo palo alla sua destra. Al 19’ st Piazza ruba palla sulla destra, tenta il tiro dai sedici metri, ma la conclusione è alta. Al 22’ st rasoterra dalla distanza di Ankrah Ahmed che termina sul fondo. Al 25’ st Cannistrà calcia in porta, nonostante un contrasto con un difensore, palla oltre la traversa. Al 29’ st ci prova ancora Ankrah Ahmed da fuori, Meneghetti para un tuffo. Un minuto dopo Piazza si invola sulla destra, entra in area, ma davanti al portiere conclude incredibilmente alto. Le tante sostituzioni spezzano parecchio il gioco, in pieno recupero, però, un’uscita incerta di Meneghetti rischia di dare il via al pareggio ducale, ma lo stesso portiere rimedia all’errore ed agguanta il pallone evitando di subire la beffa proprio nel finale.

PARMA-SPAL 1-2 (QUARTI DI FINALE TORNEO DI VIGNOLA) / IL TABELLINO


Marcatori: 21’ Tunjov (S), 25’ Napoletano, 3’ st Babbi

PARMA – Corvi; Radu, Jodar (41′ Casarini); D’Aloia (33′ st Miceli), Balogh, Di Maggio (Cap.) Ankrah Ahmed, Kosznosvski, Stefancin (33′ Trezza), Napoletano (21′ st Goglino Patricio), Piazza. All. Veronese
A disposizione: 12. Agazzi; 13. Hien Sie, 15. Lucarelli, 16. Bane, 18. Passarin, 21. El Ghazzouli, 23. Kasa, 24. De Lara Pereira.

SPAL –  Meneghetti; Iskra, Farcas; Sare (23′ st Teyou Tamo), Cannistrà (35′ st Peda), Coulange (38′ st Pasqualino): Udenas (33′ st Kryeziu), Tunjov, Babbi, Cuellar, Minaj (16′ st Ellertsson). All. Fiasconi
A disposizione: 12. Galeotti; 13. Fabbri, 16. Mazzoni, 20. Campagna, 22. Maksymowicz.

Arbitro: Sig. Previdi di Modena

Assistenti: Sigg. Di Maio e Sisto di Modena

Ammoniti: Iskra, Babbi

Recupero: 5’+4′

Spettatori: 100 circa

Colpo in entrata per il Milan. La società rossonera si è assicurata le prestazioni di Riad Tahar, difensore centrale classe 2002, cresciuto nelle giovanili del Lione, come riporta l'edizione odierna de L'Equipe. Il ragazzo arriva a parametro zero dopo non esser stato confermato dal Lione e farà parte della formazione Primavera di Federico Giunti, che parteciperà al campionato Primavera 2. 

La A.S. Viterbese Castrense comunica l’arrivo in prestito dal Frosinone Calcio di Andrea Errico. Errico, centrocampista classe ’99, arriva in gialloblu dopo aver disputato la stagione 2018/2019 nella primavera del Frosinone Calcio. Il calciatore in totale ha collezionato in tre stagioni con la primavera dei Giallazzurri 59 presenze e ha messo a segno 11 reti.

Ecco le parole di Luca Falbo, difensore classe 2000 della Lazio Primavera, che ha espresso il suo pensiero ai microfoni di Lazio Style

"Il ritiro è andato bene, non è stato faticoso. Abbiamo provato molte soluzioni tattiche, oggi abbiamo l’ultima amichevole prima di tornare a Roma. Ci sono tanti volti nuovi ma si è già formato un bellissimo gruppo, sia in campo che fuori. Ripartiamo con Menichini, ci stiamo trovando molto bene con il mister e il suo staff. Si nota subito la loro esperienza, hanno comportamenti e atteggiamenti da uomini di campo, abbiamo buone sensazioni. Ci alleniamo con armonia, ci divertiamo.

La Lazio è esperta, siamo pronti alla massima serie. L’esperienza del mister può darci una mano importante. L’ossatura del gruppo è rimasta la stessa, abbiamo una buona base da cui ripartire, tra fuoriquota e protagonisti del passato campionato, quindi non partiremo di certo da zero. Abbiamo visto il sorteggio del calendario, il livello del campionato si è livellato verso l’alto per l’aumento dei fuoriquota, sarà quasi come quello di Serie C. Non esisteranno partite facili, saranno tutte rischiose. Andremo avanti per il nostro obiettivo senza paura.

Il nostro obiettivo è crescere come giocatori, di conseguenza verranno i risultati sul campo. Il mister vuole prima di tutto far giocare bene la squadra, farla palleggiare tanto per poi colpire. Non abbiamo ancora parlato con lui degli obiettivi di squadra. In questi giorni stiamo provando solo il 4-3-1-2, sarebbe un cambiamento rispetto all’ultima stagione. Cerchiamo di assimilare i movimenti il prima possibile, per me sono cambiati alcuni compiti difensivi perché gioco più arretrato sulla fascia. Quest’anno sono uno dei più esperti, mi sento sicuramente più responsabilizzato verso i più giovani. Cercheremo di fare il miglior campionato possibile, poi penseremo agli obiettivi personali come quello di fare più assist ed essere utile ai compagni”. 

Ultimi Tweets

#CampionatoPrimavera #Primavera1TIM #LegaSerieATIM https://t.co/D1aq3KXgJ9
#Giovanili #Under16SerieAeB https://t.co/R3BhPDrvI7
#Giovanili #LazioCUP https://t.co/wExfD2GDqk
Follow Calcio Nazionale on Twitter
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok