Gennaio 17, 2018
Alessandro Grandoni

Alessandro Grandoni

Prima giornata di gare per il Torneo dei Gironi Under 16. Nella gara odierna a Coverciano la Squadra A ha battuto la formazione B con il punteggio di 4-1. Vantaggio della formazione di mister Panico al 10' grazie al calcio di rigore di Caricati, dopo cinque minuti arriva il pareggio con Da Graca sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Al 32' nuovo vantaggio della formazione A con Cudrig che a centro area irrompe su un cross laterale e mette dentro di prima intenzione. Al 41' ancora in gol la squadra A con Meraglia che di destro ad incrociare trova la rete ad inizio ripresa con Milanese, al 56', che chiude il conto su assist di Meraglia

 

SQUADRA A - SQUADRA B 4-1 (Fonte Tabellino TuttoNazionali.com)

SELEZIONE A U16 (4-2-3-1) : Pisoni (36' Girelli); Ruggeri (36' Suffer), Mosagna (36' Morra Bean), Celesia (36' Calabrese), Udogie; Zanchetta (36' Cretti), Conti B. (36' Bove); Caricati (36' Meraglia), Milanese (C), Cancellieri (36' Russo); Cudrig (36' Cancello). A disp.: - All.: Panico. 

SELEZIONE B U16 (4-4-2) : Ciocci (36' Trovato); Sabatini, Franco (36' Grassi), Riccio (36' Viti), Lo Curto (36' Montebugnoli); Barazzetta (36' Milani), Spitale (36' Boscolo), Brentan (36' Tempestilli), Oristanio (36' Cioffi); Da Graca (31' Conti G.), Reda (C). A disp.: - All.: Mutarelli.

Arbitro: Izore Ologhola di Firenze.

Marcatori: 10' rig. Caricati (A), 15' Da Graca (B), 32' Cudrig (A), 41' Meraglia (A), 56' Milanese (A)

 

L'Inter di mister Mandelli si aggiudica l'edizione 2018 del Memorial Halima Haider, battendo in finale la Lazio per uno a zero grazie alla rete di Pelamatti

I biancocelesti si schierano con Sternini in porta, Bedini, Mancini, Del Mastro e Quaresima in difesa, a centrocampo Marafini e Rossi con Vecchi, Napolitano e Cherubini a supporto di Botticelli. L'Inter risponde con Bonucci tra i pali, in difesa Marocco, Peretti, Cugola e Perin, Bonavita, Uberti e Pelamatti a centrocampo con Savane, Sarr e Saracino in attacco. 

Gara equilibrata fin dalle prime battute, l'Inter fa la partita e ci prova all'8' con la conclusione di Saracino che impegna Sternini a terra. Ancor nerazzurri sugli scudi dal 17', azione di Savane sulla destra che supera un avversario e mette al centro per Sarr che prova il sinistro che termina a lato.

La Lazio agisce di rimessa ed al 23' va ad un passo dal gol: Napolitano mette al centro un traversone alto, Bonucci sbaglia l'uscita con la palla che rimbalza dalle parti di Botticelli ma la retroguardia nerazzurra è brava a chiudere. Nel finale del primo tempo brivido in area laziale con una deviazione fortuita all'indietro che per poco non sorprende Sternini, bravo a recuperare. Nella ripresa la Lazio parte forte e sfiora la rete in avvio con Napolitano che serve Vecchi ma il numero sette laziale a tu per tu con Bonucci si fa respingere la conclusione.

L'Inter si riorganizza ed al 6' della ripresa passa in vantaggio: azione sulla sinistra di Cugola, cross basso per Pelamatti che da due passi mette in rete per il vantaggio. La Lazio prova a reagire e lo fa con un tiro dalla distanza di Rossi che non trova di poco la porta. Al 20' è il turno di Napolitano, tiro di sinistro da fuori e palla sul fondo. Nel finale la Lazio prova il tutto per tutto e lascia spazio in avanti ai nerazzurri che al 24' vanno ad un passo dal raddoppio con Bonavita che fa tutto bene ma davanti al portiere si fa respingere la conclusione. Al 33' sussulto d'orgoglio della Lazio con Tredicine che dal limite dell'area prova la conclusione con la sfera che termina a lato. 

Al 34' Inter ad un passo dal due a zero, azione straripante di Savane a destra e cross basso per Sarr che si sistema il pallone sul sinistro e calcia ma Sternini è super e respinge. Dopo tre minuti di recupero arriva il triplice fischio finale con l'Inter che porta a casa la manifestazione succedendo all'Empoli nell'albo d'oro della competizione. 

Alessandro Grandoni

IN GIORNATA SARANNO ON LINE LE PAGELLE, IL VIDEO DELL'INCONTRO E LE INTERVISTE E LA PREMIAZIONE DEL DOPO GARA 

 

LAZIO – INTER 0-1

LAZIO (4-2-3-1): Sternini; Bedini, Mancini (27' st Gennari), Del Mastro, Quaresima; Marafini, Rossi (23' st Carboni); Vecchi (18' st Tredicine), Napolitano (35' st Boccacci), Cherubini; Botticelli. A disp.: Rossi, Nannini, Nuccorini. All. Alboni

INTER (4-3-3): Bonucci; Marocco, Peretti, Cugola, Perin; Bonavita, Uberti, Pelamatti; Savane, Sarr, Saracino (30' st Marise). A disp.: Malivindi, Gatti, Schiavo, Baioni, Menegatti, Pandini, Ndoci, Trubia. All. Mandelli

ARBITRO: Figliomeni di Roma 2

MARCATORI: 6' st Pelamatti (I)

E' on line il video della gara del Torneo Halima Haider con la vittoria della Juventus sulla N. Tor Tre Teste con il punteggio di due a zero. Buona visione. 

Si interrompe all’ultima giornata il sogno della N. Tor Tre Teste di raggiungere le semifinali. Vince la Juventus al termine di una gara non molto emozionante dal punto vista delle occasioni da gol, con i bianconeri bravi a capitalizzare nella parte finale del secondo tempo.

Nel primo tempo la gara è equilibrata e l’unica occasione degna di nota, se così si può dire, arriva al 27’ con la Juventus che prova a sfondare sulla destra ma sul cross nessuno è pronto ad intervenire. Musica diversa nel secondo tempo con i bianconeri che sfiorano la rete già al 1’ con la girata di Ventre che termina di poco fuori. Al 12’ show in area di Bellocco che salta tre avversari e calcia con il destro ma Mambelli è attento e para.

La N. Tor Tre Teste prova a farsi vedere al 15’ con Castaldo che prepara bene la conclusione con il destro ma poi calcia debolmente. Al 20’ arriva la rete della Juventus: azione sulla corsia di destra, Bellocco serve in profondità Mbiokwn, cross al centro e sul secondo palo arriva indisturbato Marangoni che deposita in rete. I padroni di casa provano a reagire prima ma sono imprecisi sotto porta con Ratti che in due occasioni anticipa gli avanti locali, poi al 33’ il raddoppio, messo a segno da Blesio con un gran diagonale, che chiude di fatto l’incontro.

Nel finale i bianconeri provano ancora con Marangoni, destro di poco fuori, mentre la N. Tor Tre Teste ancora con Castaldo sfiora la rete della bandiera, poi più nulla fino al fischio finale che consegna al Frosinone la semifinale della manifestazione con N. Tor Tre Teste e Juventus eliminate.

Alessandro Grandoni

TOR TRE TESTE – JUVENTUS 0-2

TOR TRE TESTE: Mambelli, Sanetti, Rongione, Calvani, Felici, Bellincampi, Recchiuti, Castaldo, Condello, Dell’Aquila. A disp.: Pace. Entrati nella ripresa: Camilloni, Calvani, Basili, Tallini, Caravillani, Liverani, Cetroni. All. Alfonsi

JUVENTUS: Ratti, Piras, Blesio, Elefante, Costanza, Antolini, Orlando, Fini, Spinella, Hasa, Pellitteri. A disp.: Scaglia, Belgiovine, Rossi, Cardorin.  Entrati nella ripresa: Ventre, Bellocco, Marangoni, Mbiokwn, Nastasa. All., Panzamario

MARCATORI: 20’ st Marangoni, 33’ st Blesio

E' on line il video con gli highlights dell'incontro tra la Roma e il Posillipo nel Torneo Halima Haider vinto dai giallorossi per 7-0. Buona visione. 

E' on line il video con gli highlights della gara del Torneo Halima Haider tra N. Tor Tre Teste e Frosinone vinta dai romani per due a uno. Buona visione. 

 

Serviva una vittoria con almeno sei gol di scarto ed alla fine è arrivato un 7-0 per la formazione giallorossa che potrà cosi affrontare l'ultima giornata con il primo posto momentaneo del girone in cassaforte.

Dopo un tentativo iniziale di Massa inizia il monologo giallorosso con la Roma che sfiora ripetutamente la rete con Koffi, Liburdi, gran traversa con un tiro da fuori, e Rossi, che mette di poco a lato dopo aver saltato il portiere. La supremazia giallorossa porta ancora al tiro Pagano e Spataro in due occasioni prima della rete del vantaggio che arriva al 16', quando Koffi con un'accelerazione straordinaria brucia tutti e mette in rete. Da qui in avanti la Roma continua a spingere e sfiorare ancora la rete con D'Alessio in un paio di occasioni ed ancora con Liburdi prima del gol del due a zero che arriva al 30' grazie allo stesso Liburdi che chiude una triangolazione con D'Alessio e mette in rete.

Nella ripresa tutto più semplice per la Roma, il Posillipo eccezion fatta per un'occasione di Massa non si fa vedere, e la Roma trova altri due gol con Liburdi che davanti al portiere non si fa pregare, e con Padula che sotto misura trova lo spiraglio vincente.

Per assistere alla sesta rete, quella del primo posto momentaneo, bisogna attendere il 37' della ripresa quando Padula di testa da due passi prolunga in rete, poi nel finale, al 39', il gol spettacolare di Missori che in mezza rovesciata chiude il conto sul sette a zero finale.

Alessandro Grandoni

 

ROMA – POSILLIPO 7-0

ROMA: Mastrantonio, D’Alessio, Missori, Pagano, Catena, Chesti, Koffi, Spataro, Rossi, D’Alessio, Liburdi. Entrati nella ripresa: Falasca, Pellegrini, Tomaselli, Mirimich, Ruggiero, Padula. A disp.: Baldi.

POSILLIPO: Arseni, Bevilacqua, Brignola, Nicoletti, Conte, Politelli, Massa, teteruk, Amoretti, Longobardi, Bosfa. Entrati nella ripresa: Ciotola, Cioffi, Cannavaro, Canzano, D’Auria.

MARCATORI: 16'pt Koffi (Rm), 30'pt Liburdi (Rm), 5'st Liburdi (Rm), 16'st Liburdi (Rm), 25'st Padula (Rm), 36'st Padula (Rm), 40'st Missori (Rm)

La N. Tor Tre Teste di mister Alfonsi (nella foto) batte il Frosinone e rimane in piena corsa per l’accesso alla fase successiva della manifestazione. Parte bene la formazione di casa che si rende pericolosa già all’8’ con Dell’Aquila che da pochi passi non trova la porta. Il Frosinone reagisce al 18’, azione in verticale e tiro di destro di Selvini che Mambelli para senza problemi. Nella parte finale della prima frazione si accende la sfida: al 28’ Condello fa tutto bene ma viene chiuso da Palmisani al momento della battuta. Due minuti più tardi la rete che sblocca l’incontro, palla in profondità per Condello che, defilato sulla sinistra, entra in area e fulmina Palmisani con un sinistro forte e preciso. La squadra di Trimani prova a reagire al 33’ con Ferrieri, il cui tiro è però preda facile di Mambelli, poi nel finale grande occasione per la N. Tor Tre Teste di raddoppiare ma Castaldo, a tu per tu con il portiere, calcia forte colpendo in pieno la traversa.

Nella ripresa tante emozioni, al 2’ Frosinone vicino al gol con la conclusione di destro di Selvini, Mambelli è attento e devia in corner, al 3’ si fa vedere la Tor Tre Teste con il solito Condello, serpentina e tiro di destro a giro che sfiora l’incrocio dei pali. Al 6’ la rete del raddoppio: sugli sviluppi di una rimessa del portiere la palla arriva in profondità a Castaldo che brucia sul tempo il suo avversario e stavolta, davanti a Palmisani, non sbaglia siglando il due a zero.

Dopo un calcio di punizione tentato da Faticanti, alto sopra la traversa, la squadra di Alfonsi sfiora ripetutamente la terza rete prima con Condello in due occasioni con Palmisani che tiene a galla i suoi, poi con Caravillani che al 23’ coglie in pieno l’incrocio dei pali con un gran tiro dall’interno dell’area di rigore. Le emozioni non sono finite e dopo un tentativo al 29’ di Selvini un minuto più tardi è lo stesso numero nove gialloblù a trovare la rete che accorcia le distanze con un bel destro dall’interno dell’area di rigore. Nel finale assalto del Frosinone, la Tor Tre Teste sfiora ancora il terzo gol con Condello al 31’, poi rischia grosso su un tiro da distanza ravvicinata che termina di un soffio a lato prima di una nuova occasione, a tempo scaduto, ancora con Condello che impegna Palmisani. Dopo cinque minuti di recupero il direttore di gara dice che può bastare, la N. Tor Tre Teste batte il Frosinone e si prepara nel migliore dei modi per la supersfida con la Juventus di questa sera (ore 19.30).

Alessandro Grandoni

 

TOR TRE TESTE – FROSINONE 2-1

TOR TRE TESTE: Mambelli, Spirito (26’ st Sanetti), Camilloni, Bellincampi, Calvani, Basili, Tallini, Dell’Aquila (10’ st Felici), Bacci (14’ st Caravillani), Condello, Castaldo. A disp.: Pace, Rongione, Palermi, De Santis. All. Alfonsi

FROSINONE: Palmisani, Del Giudice (24’ st Gabrielli), Villani, Faticanti, Mazzocchi (24’ st Egidi), Maura, Navarra (30’ st Girardi), Orlandi (10’ st Ranieri), Selvini, Cangianiello, Ferrieri. A disp.: Raucci, Liburdi, D’Angelo. All. Trimani

MARCATORI: 29’ pt Condello (N), 6’ st Castaldo (N), 30’ st Selvini (F)

Vittoria di misura per la Lazio di mister Alboni nella prima gara del Torneo Halima Haider. La formazione biancoceleste si schiera con Morsa in porta, linea difensiva con Quaresima, Del Mastro e Mancini, Bedini e Nuccorini sono gli esterni con Marafini e Carboni in mezzo al campo e Napolitano a supporto di Gennari e Cherubini.

Risponde il Margine Coperta con Goretti in porta, in difesa Polinelli, Taverna e Vignozzi, a centrocampo Rodrigues, Marmorini, Celli e Salucci con Manfredini dietro a Bertoloni e Falsini.

 

Prima emozione al 5’, ci prova il Margine con Manfredini su calcio di punizione ma Morsa è attento e devia in angolo. La Lazio si fa vedere al 10’ con un tentativo dalla distanza di Nuccorini che Goretti para in due tempo. Ancora biancocelesti pericolosi nei minuti seguenti: al 13’ Mancini da pochi passi calcia a botta sicura ma Goretti è super e respinge, poi ci prova Napolitano su calcio di punizione con la sfera che termina di poco a lato. Nel finale del primo tempo ancora Lazio in attracco, prima con Cherubini che ruba palla al suo avversario e dalla sinistra prova il tiro ma Goretti è attento e respinge, con Gennari che in spaccata tenta la deviazione sotto misura con la sfera che termina a lato.

 

Nella ripresa non cambia il copione, la Lazio fa la partita e si fa vedere al 7’ con il tiro di Bedini di destro con Goretti che mette in angolo. Al 10’ ci prova Nuccorini con il destro con il pallone facile preda del portiere avversario, poi al 12’ la rete del vantaggio: su un cross dalla destra il pallone arriva in area a Botticelli che difende la sfera e di destro batte Goretti per l’uno a zero. La partita resta viva, il Margine Coperta attacca ma rischia di subire la seconda rete ancora con Botticelli che mette fuori al termine di una buona azione di contropiede. Nel finale brividi in area laziale, sugli sviluppi di un cross dalla destra il pallone resta nell’area piccola ma nessuno riesce a calciare con i biancocelesti che liberano e sul capovolgimento di fronte sfiorano il raddoppio con la conclusione dalla distanza di Marafini che Goretti devia, poi più nulla fino al triplice fischio finale con la Lazio che incamera i primi tre punti della manifestazione.

Bene, nei biancocelesti, Napolitano che ispira diverse manovre offensive, e Botticelli, capace nella ripresa di mettere la zampata vincente per i tre punti, nel Margine Coperta spicca Manfredini, dotato di buona tecnica e visione di gioco, e il portiere Goretti, autore di almeno tre interventi decisivi.

Alessandro Grandoni

 

LAZIO – MARGINE COPERTA                     1-0

LAZIO (3-4-1-2): Morsa (1’ st Rossi M.); Quaresima, Del Mastro, Mancini; Bedini (32’ st Nannini), Marafini, Carboni (5’ st Rossi G.), Nuccorini (20’ st Vecchi); Napolitano; Gennari (5’ st Botticelli), Cherubini (27’ st Tredicine). A disp.: Rossi M., Minelli. All. Alboni

MARGINE COPERTA (3-4-1-2): Goretti; Paolinelli (28’ st Grassecchi), Taverna, Vignozzi; Rodrigues, Marmorini, Celli (22’ st Fabiani), Salucci (10’ st Sensi); Manfredini (25’ st Pergola); Bertoloni, Falsini. A disp.:  Acoraro, Grillo, Lombardi. All. Cordoni

MARCATORE: 12’ st Botticelli (L)

Vittoria ricca di gol ed emozioni all’esordio per l’Inter di Mandelli che batte il Posillipo per 7-3. Il tecnico dei nerazzurri si affida a Bonucci in porta con Marocco, Peretti, Schiavo e Perin in difesa, a centrocampo Baioni, Gatti e Bonavita con Savane, Sarr e Menegatti in attacco. Il Posillipo risponde con Arseini tra i pali, Bevilacqua, Conte, Politelli e Brignola in difesa, a centrocampo Teteruk, Nicoletti e Longobardi con Massa e Bosfa a supporto di Amoretti, punta centrale.

Dopo un primo quarto d’ora di studio ci prova l’Inter con Bonavita che non inquadra la porta, la palla viene recuperata da Savane che crossa al centro per Sarr che insacca ma l’arbitro annulla per fuorigioco.

Passa un minuto ed arriva la rete del vantaggio del Posillipo: sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Nicoletti Bosfa è il più lesto di tutti, a centro area, a trova la deviazione vincente. La gioia dei campani dura poco perché al 24’ arriva il pareggio: grande azione sulla sinistra di Perin che fa fuori tre avversari e calcia in porta, Arseini devia ma Savane è il più veloce a ribadire in rete per l’uno a uno. Passano due minuti ed arriva il raddoppio, stavolta è Menegatti a fare tutto bene sulla sinistra e crossare sul secondo palo dove Savane con il piatto destro sigla la sua doppietta. Il Posillipo, subito l’uno-due, non sta a guardare e nel giro di tre minuti confeziona due palle gol con Massa che prima si vede respingere incredibilmente una doppia conclusione da Bonucci e poi, dalla distanza, impegna il portiere avversario con un tiro centrale. Al 35’ della prima frazione, allo scadere, arriva la terza rete interista, Menegatti raccoglie palla al limite dell’area e fa partire un gran tiro di sinistro che si insacca sotto la traversa.

Nella ripresa parte bene l’Inter che al 3’ trova la rete del 4-1 con Ndoci che con il destro mette il pallone sotto la traversa dal limite dell’area. La formazione nerazzurra continua a spingere e mette a segno la quinta marcatura al 7’ con Sarr che mette dentro di testa su cross di Savane. La squadra di Mandelli continua a giocare e sfiora la rete al 12’ ancora con Sarr, di testa, poi al 17’ arriva la seconda rete del Posillipo messa a segno da Massa che fugge in contropiede sulla destra, entra in area e supera il portiere in uscita. Subita la rete l’Inter torna padrona della partita ed al 20’ sigla la sesta rete, su calcio di rigore, grazie alla trasformazione di Uberti. C’è ancora tempo per gol ed emozioni, dopo un tiro fuori di Saracino arriva al 30’ al terza rete del Posillipo, grazie al solito Massa, che scappa in contropiede, resiste alla carica di un difensore e dopo aver superato il portiere deposita in rete di destro. L’Inter, però, non sta a guardare ed al 35’, con Marise, sigla il gol del definitivo 7-3 con un colpo bel pallonetto da fuori area.

Bene, nell’Inter, l’esterno difensivo Perin, autore di un’ottima partita, oltre a Savane, decisivo sotto porta e Menegatti che entra in maniera importante nelle reti del due e tre a uno. Nel Posillipo nota di merito per l’esterno d’attacco Massa che, al di là dei gol messi a segno, tiene in costante apprensione la retroguardia nerazzurra.

Alessandro Grandoni

 

INTER – BOYS POSILLIPO   7-3

INTER: Bonucci, (10’ st Malivindi) Marocco (1’ st Pandini), Perin, Gatti (1’ st Uberti), Peretti (20’ st Cugola), Schiavo (20’ st Saracino), Savane, Baioni (1’ st Ndoci), Sarr (18’ st Marise), Bonavita (10’ st Trubia), Menegatti (1’ st Pelamatti). All. Mandelli

BOYS POSILLIPO:  Arseini, Bevilacqua, Brignola, Nicoletti, Conte (5’ st Cioffi), Politelli, Massa, Teteruk (15’ st Cannavaro), Amoretti, Longobardi (1’ st Canzano), Bosfa (1’ st D’Auria). A disp.: Ciotola. All. Canzaniello

MARCATORI: 18’ pt Bosfa (I), 24’ pt e 26’ pt Savane (I), 35’ pt Menegatti (I), 3’ st Ndoci (I), 8’ st Sarr (I), 16’ st Massa (P), 20’ st Uberti (I, rig.), 30’ st Massa (P), 35’ st Marise (I)

Pagina 1 di 11

Ultimi Tweets

#CampionatoPrimavera #Primavera2TIM #LNPB LNPB https://t.co/HBaTc1NqwW
#Giovanili #Under16SerieAeB #TopPlayerUnder16 F.C. Pro Vercelli 1892, Empoli Fc Official, U.C. Sampdoria, U.S.... https://t.co/RgMzG3TbnH
#CampionatoPrimavera #Primavera1TIM #LegaSerieATIM Serie A TIM https://t.co/HmSzOVbAjc
Follow Calcio Nazionale on Twitter